Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
trasferimento residenza e benefici prima casa
Vai a 1, 2  Successivo
 
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Avvocati
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
robyby



Registrato: 14/02/09 19:58
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Dom 01 Mar 2009 - 1:18 pm    Oggetto: trasferimento residenza e benefici prima casa Rispondi citando

Buongiorno,
dovro' trasferire la residenza dal mio attuale comune di residenza al comune di Milano.
Mi è stato detto - in comune a Milano - che la pratica richiedera' 3 o 4 mesi di tempo a partire dal momento in cui mi rechero' a fare la richiesta.

Avrei ora bisogno che qualcuno mi possa confermare quanto segue: è vero che io risultero' residente a milano a partire dalla data in cui mi presentero' al comune di milano per inoltrare la domanda di trasferimento? (intendo dire una volta chiusa la pratica con successo)

E' molto importante che io abbia la certezza di questo in quanto a questa questione è collegato il problema della scadenza dei 18 mesi utili per usufruire dei benefici prima casa (scade a giugno). Il motivo per cui ho temporeggiato è che:
- non risiedo ancora (sara' la casa coniugale)
- devo sposarmi (neanche a farlo apposta proprio a giugno) e in comune mi hanno sconsigliato di farlo nei mesi precedenti altrimenti nessuno dei due comuni mi avrebbe rilasciato tutti i documenti necessari per il matrimonio

grazie mille per l'aiuto!!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ufficiale d'anagrafe
c33e





MessaggioInviato: Ven 27 Mar 2009 - 11:55 am    Oggetto: Rispondi citando

Sì la data di residenza è quella della domanda. A prescidere dalla durata del procedimento, la data di partenza della sua residenza sarà quella della domanda: c'è, per così dire, un effetto retroattivo. Perciò se il termine per la domanda che lei deve presentare scade il 30 giugno senz'altro farà in tempo. Le consiglio di presentare la domanda di residenza al comune di Milano il giorno dopo il suo matrimonio (a meno che lei non si sposi proprio il 30 giugno). Le preciso anche che l'hanno consigliata bene sul fatto di non cambiare la residenza mentre "si prepara" un matrimonio.
Top
Ospite
570e





MessaggioInviato: Ven 27 Mar 2009 - 8:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ufficiale d'anagrafe ha scritto:
Sì la data di residenza è quella della domanda. A prescidere dalla durata del procedimento, la data di partenza della sua residenza sarà quella della domanda: c'è, per così dire, un effetto retroattivo. Perciò se il termine per la domanda che lei deve presentare scade il 30 giugno senz'altro farà in tempo. Le consiglio di presentare la domanda di residenza al comune di Milano il giorno dopo il suo matrimonio (a meno che lei non si sposi proprio il 30 giugno). Le preciso anche che l'hanno consigliata bene sul fatto di non cambiare la residenza mentre "si prepara" un matrimonio.




La ringrazio per la risposta e le rassicurazioni
Il termine dei 18 mesi scadrà nel bel mezzo del mio viaggio di nozze, seguirò certamente il suo consiglio in caso di partenza non immediata...
in caso contrario spero di essere comunque in regola presentando la domanda di trasferimento della residenza due giorni prima del matrimonio...
grazie ancora
Top
Ufficiale d'anagrafe
c33e





MessaggioInviato: Sab 28 Mar 2009 - 7:29 am    Oggetto: Rispondi citando

Sì è comunque in regola anche se presenta la domanda di cambio di residenza prima del matrimonio. Però, per evitare disguidi, deve specificare bene a chi la sposerà (sindaco, parroco o altro ministro di culto) che sull'atto di matrimonio metta come comune di residenza Milano e non il precedente perchè, come le dicevo, la data della residenza sarà quella della domanda e perciò, al momento del matrimonio lei ha la pratica di residenza in corso ma a pratica finità risulterà che il giorno del matrimonio lei era già resiente a Milano. Auguri.
Top
Ospite
5074





MessaggioInviato: Sab 28 Mar 2009 - 7:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ufficiale d'anagrafe ha scritto:
Sì è comunque in regola anche se presenta la domanda di cambio di residenza prima del matrimonio. Però, per evitare disguidi, deve specificare bene a chi la sposerà (sindaco, parroco o altro ministro di culto) che sull'atto di matrimonio metta come comune di residenza Milano e non il precedente perchè, come le dicevo, la data della residenza sarà quella della domanda e perciò, al momento del matrimonio lei ha la pratica di residenza in corso ma a pratica finità risulterà che il giorno del matrimonio lei era già resiente a Milano. Auguri.


Mi scusi per la pedanteria..ma la sua gentilezza mi porta inevitabilmente ad approfittarne..
Riassumo brevemente:
Attualmente risedo nel comune A, il mio fidanzato risiede dalla nascita a Milano. Le pubblicazioni religiose e civili sono in corso nel mio comune (A) e a milano.
Mi sposerò nel comune C (tanto per complicare le cose...)

Io spiego la situazione al parroco che celebrerà il matrimonio (concordatario) chiedendogli di indicare come residenza milano.
D'altra parte tutti i documenti che mi riguardano e che sono stati utilizzati per le pubblicazioni civili e religiose indicano la mia residenza nel comune A.

A questo punto, chiesa o stato possono contestarmi (al momento della mia richiesta al parroco oppure in un momento successivo) il fatto di aver istruito la pratica per il matrimonio sulla base di documenti che riportano una residenza diversa rispetto a quella del giorno della celebrazione? oppure sono comunque validi e nessuno puo' sollevare obiezioni?

La ringrazio molto
Top
Ufficiale d'anagrafe
c33e





MessaggioInviato: Lun 30 Mar 2009 - 7:58 am    Oggetto: Rispondi citando

No, nessuno può sollevare obiezioni. I documenti sono corretti perchè lei al momento della richiesta delle pubblicazioni ha presentato i documenti del comune presso il quale in quel momento aveva la residenza. Però se è possibile, segua il mio consiglio (che mi pare anche altri le hanno dato): faccia il matrimonio con la residenza nel comune attuale e poi faccia domanda di cambiamento il giorno dopo il matrimonio. Spostare la residenza con un matrimonio in preparazione non è certo vietato ma facilmente potrebbe creare disguidi e lungaggini evitabili mantenendo la residenza ferma (disguidi e lungaggini molto probabili trattandosi di Milano, cioè di un comune grande). Tanto più che, se non ho capito male, nel suo caso lei non ha ancora il requisito per avere la residenza a Milano e cioè non ci abita effettivamente.
Top
Ospite
54dc





MessaggioInviato: Mar 31 Mar 2009 - 10:28 am    Oggetto: Rispondi citando

Leggendo i post di questo topic, trovo un po' di attinenza con il mio problema.
Qualcuno sa dirmi se ci sono problemi se io e il mio fidanzato cambiamo residenza (e Comune) dopo aver fatto le pubblicazioni e la promessa, ma prima del matrimonio?

Ci sposiamo a settembre 2009 in una parrocchia del mio Comune, ma stiamo comprando casa in un altro Comune della provincia. Abbiamo però scoperto che dobbiamo necessariamente cambiare residenza prima del rogito, altrimenti non possiamo acquistare la casa scelta (da quanto dice il notaio c'è un vincolo edilizio).

Il rogito dovremmo stipularlo entro luglio, per cui avremmo tutto il tempo per fare promessa e pubblicazioni nel nostro attuale comune prima del cambio.

Ma a quel punto non potrebbero sorgere problemi? cioè se cambiamo residenza dopo le avvenute pubblicazioni? dobbiamo comunicare qualcosa al nuovo comune e alla nuova parrocchia di appartenenza?

L'alternativa sarebbe quella di cambiar subito residenza e far tutto nel nuovo comune. Ma innanzitutto non so se è fattibile (il venditore potrebbe non essere d'accordo) e poi significherebbe andar a parlare con un altro prete, il terzo, per avere il nulla osta, e dover fare i documenti nell'altro comune....con notevoli difficoltà logistiche....Oltre al fatto che il cambio di residenza potrebbe non arrivare subito, e bloccarci la pratica di pubblicazione.

Sapete darmi dei consigli
Top
Ufficiale d'anagrafe
c33e





MessaggioInviato: Mar 31 Mar 2009 - 1:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sì è fattibile fare le pubblicazioni in un comune e poi cambiare residenza. Tuttavia è una cosa da sconsigliare caldamente non perchè ci sia qualcosa di male ma semplicemente si sovrappongono questioni differenti (trascrizione del matrimonio e residenza) che, però non prescindono completamente l'una dall'altra. Vorrei però precisare una cosa: non è così scontato cambiare residenza. Cioè non è che facendo domanda di residenza in automatico questa deve essere accolta. La domanda di residenza può anche essere legittimamente respinta e questo, se c'è un matrimonio in ballo, complica ancora di più le cose. Il consiglio da dare è quello di tenere ferme le residenze fino a quando il matrimonio è avvenuto. Se non si può fare a meno di spostare la residenza con un matrimonio "in ballo", bisogna sempre farlo presente all'ufficiale dello stato civile che si occupa della pratica di matrimonio. In sostanza il problema è che il matrimiono deve essere trascritto nel comune di residenza (di entrambi gli sposi). Se si è fatta domanda di residenza in un altro comune e ci si sposa quando la pratica di residenza è ancora in corso si rischia di non sapere in quale comune di residenza far trascrivere l'atto di matrimonio (in quello nuovo? forse ma se la domanda di residenza non fosse accolta non va bene? in quello vecchio? no perchè se la domanda di residenza è accolta la data della residenza decorre dalla data della domanda che è precedente al matrimonio). Si rischia che l'atto di matrimoio non sia trascritto nè in un comune nè nell'altro.
Top
Ospite
4e0d





MessaggioInviato: Mar 31 Mar 2009 - 8:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie mille per l'utile risposta. Purtroppo il cambio di residenza sarà necessario, anche perchè effettivamente ci trasferiremo, pur mantenendo provvisoriamente il domicilio nelle case d'origine.

Da quanto mi indica, ne deduco che se al momento del matrimonio, la pratica di cambio di residenza si è conclusa, possiamo tranquillamente chiedere trascrizione del matrimonio nel nuovo comune, anche se inizialmente le pubblicazioni e la promessa sono state fatte nel vecchio comune, giusto?

potrebbero sorgere problemi se invece il cambio non è ancora stato confermato....ma speriamo non sia questo il caso.

Grazie ancora per la cortese risposta.
Top
robyby



Registrato: 14/02/09 19:58
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Dom 05 Apr 2009 - 2:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ufficiale d'anagrafe ha scritto:
No, nessuno può sollevare obiezioni. I documenti sono corretti perchè lei al momento della richiesta delle pubblicazioni ha presentato i documenti del comune presso il quale in quel momento aveva la residenza. Però se è possibile, segua il mio consiglio (che mi pare anche altri le hanno dato): faccia il matrimonio con la residenza nel comune attuale e poi faccia domanda di cambiamento il giorno dopo il matrimonio. Spostare la residenza con un matrimonio in preparazione non è certo vietato ma facilmente potrebbe creare disguidi e lungaggini evitabili mantenendo la residenza ferma (disguidi e lungaggini molto probabili trattandosi di Milano, cioè di un comune grande). Tanto più che, se non ho capito male, nel suo caso lei non ha ancora il requisito per avere la residenza a Milano e cioè non ci abita effettivamente.



Grazie ancora una volta per le chiare indicazioni
Credo non mi sarà proprio possibile recarmi il lunedì successivo al matrimonio in quanto sarò partita per il viaggio di nozze (il termine dei 18 mesi scadrà proprio mentre sarò via)
Credo che parlero' con il parroco celebrante illustrando il problema e chidendo di indicare per me la residenza a milano.
Nel mio caso il matrimonio verrebbe comunque già trascritto a milano in quanto il mio fidanzato risiede lì dalla nascita.

Se ho ben compreso, facendo in questo modo la trascrizione del matrimonio non verrà fatta nel mio comune attuale di residenza (quello che ha prodotto per me tutti i documenti per il matrimonio).
Peccato non si possa trascrivere comunque in entrambi i comuni, in questo modo avrei avuto meno pensieri..
Grazie ancora.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
4f23





MessaggioInviato: Lun 20 Apr 2009 - 11:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Buonasera...ho urgente bisogno di delucidazioni. Allora mi sposo il 16 luglio 2009...circa dici giorni fa il mio ragazzo ha avviato le pratiche per il cambio di residenza.. ora mi chiedo, farò in tempo a sbrigare tutte le pratiche per la promessa con data ancora da stabilire? è possibile sollecitare i tempi dei comuni proprio per questo motivo? non vorrei dover spostare il matrimonio! Grazie...
Top
Ufficiale d'anagrafe
c33e





MessaggioInviato: Mer 22 Apr 2009 - 8:21 am    Oggetto: Rispondi citando

Non so dire se farai in tempo. Dipende da troppe variabili, non ultimo il fatto che, soprattutto nei comuni medio piccoli e piccoli l'attività anagrafica, quella di stato civile e quella elettorale, spesso sono svolte dalle stesse persone che adesso devono, per forza, dare la precedenza alle scadenza elettorali, che sono perentorie. Quando si è in procinto di sposarsi, è sempre meglio non cambiare mai la residenza perchè si potrebbe incorrere in "pasticci" burocratici che fanno perdere tempo in primis a chi lavora e, poi, anche ai cittadini.
Top
Sery
4f14





MessaggioInviato: Ven 08 Mag 2009 - 11:44 am    Oggetto: trasferimento residenza e benefici prima casa Rispondi citando

Salve. Gradirei delucidazioni sul mio caso: ho acquistato da più di 5 anni, con benefici prima casa, un appartamento nel Comune "A" (in cui quindi ho la residenza). Adesso dovrei trasferirmi nel Comune "B" dove porterei anche la residenza ed acquisterei altro appartamento. Come posso usufruire dei benefici "prima casa" per il nuovo immobile ? Devo per forza vendere quello nel Comune "A" ? Potrei fare una donazione ad un familiare (padre o madre) per rimanere senza cespiti e quindi ottenere l'agevolazione? Sarei grata se qualcuno mi potesse delucidare in merito. Grazie.
Top
CICCIOLO75
d9ca





MessaggioInviato: Lun 27 Lug 2009 - 10:53 am    Oggetto: CAMBIO RESIDENZA -PUBBLICAZIONI Rispondi citando

Scusate L'INTROMISSIONE avrei una domanda! noi abbiamo fatto la richiesta di cambio residenza a maggio, nell'attesa che arrivasse la sentenza di divorzio del mio fidanzato, in cui da Milano ci spostiamo a Golasecca Va. - Fortunatamente la sentenza è arrivata prima e noi vorremmo sposarci a settembre, ma mi hanno detto che non è possibile in quanto non siamo più residenti effettivi da nessuna parte, e ci sono problemi per i documenti di residenza necessari per le pubblicazioni. che devo fare?????
Top
Ufficiale d'anagrafe
c33e





MessaggioInviato: Mer 29 Lug 2009 - 8:33 am    Oggetto: Rispondi citando

Cosa significa che non siete più residenti effettivi da nessuna parte? Siete stati cancellati per irreperibilità o siete in attesa delle definizione della pratica di resenza in corso?
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Avvocati Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi