Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
chi U.P.G. e chi semplice agente di P.G.???

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La Polizia e il Cittadino
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
RuPi98



Registrato: 15/09/02 14:41
Messaggi: 161
Residenza: Prov. di Napoli

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 3:43 pm    Oggetto: chi U.P.G. e chi semplice agente di P.G.??? Rispondi citando

Cari colleghi,
nonostante mi sforzi costantemente (scusatemi le limitazioni) non sono ancora riuscito a capire chi, secondo la "Legge", della Polizia Locale è un Ufficiale di P.G. e chi è un agente di P.G.
A voi la parola.
_________________
_____________
Saluti da RuPi98.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
deepa



Registrato: 03/11/06 16:57
Messaggi: 1206
Residenza: da Leuca al Nord d'Italia

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 5:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

RuPi98 ha scritto


Citazione:
Cari colleghi,
nonostante mi sforzi costantemente (scusatemi le limitazioni) non sono ancora riuscito a capire chi, secondo la "Legge", della Polizia Locale è un Ufficiale di P.G. e chi è un agente di P.G.
A voi la parola.


Cari colleghi

questa, è una bella domanda!!!!!
_________________
Quando la legge non può far valere i propri diritti rendete almeno legittimo che la legge non impedisca di infliggere i torti. (William Shakespeare)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kunta Kinte®



Registrato: 04/07/04 21:03
Messaggi: 21052
Residenza: Nella foresta Marchigiana.......

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 6:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

La risposta sembra ovvia...........categoria C = agente......... D = ufficiale.

Non è cosi?
_________________
-Noli illegittimi carborundum!-
Top
Profilo Invia messaggio privato
RuPi98



Registrato: 15/09/02 14:41
Messaggi: 161
Residenza: Prov. di Napoli

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 6:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

grazie deepa,
ma io vorei aggiungere che:
si definiscono Ufficiali di P.G. i comandanti dei corpi di categoria D, i responsabili dei servizi (inferiori a sette unità) anche se di categoria C, gli ufficiali !!! della Polizia Locale, anche se non comandanti....
ma tutto ciò..dove sta scritto.
Spero in una Vs costruttiva collaborazione, e visto che io (categoria C5) sono prevalentemente impiegato in Polizia Giudiziaria, voglio ricordarvi l'importanza del ruolo dell'U.P.G.
La cosa strana è che nessun magistrato e nessun avvocato si sia mai posto questo quesito...
_________________
_____________
Saluti da RuPi98.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
deepa



Registrato: 03/11/06 16:57
Messaggi: 1206
Residenza: da Leuca al Nord d'Italia

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 6:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Kunta ha detto

Citazione:
La risposta sembra ovvia...........categoria C = agente......... D = ufficiale.

Non è cosi?


Prima mi avevi convinto, con l'ovvietà'. Perchè poi hai dubitato e ci hai fatto ricapitolare??
_________________
Quando la legge non può far valere i propri diritti rendete almeno legittimo che la legge non impedisca di infliggere i torti. (William Shakespeare)
Top
Profilo Invia messaggio privato
RuPi98



Registrato: 15/09/02 14:41
Messaggi: 161
Residenza: Prov. di Napoli

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 6:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per individuare le nostre attribuzioni (U.P.G. o Agente di P.G.) vi riporto la normativa vigente:
Legge-quadro sulla Polizia Municipale 7/3/1986, n. 65 – art. 5, comma 1:
“Il personale che svolge servizio di polizia municipale, nell’ambito territoriale dell’Ente di appartenenza e nei limiti delle proprie attribuzioni, esercita anche: ..(omissis)
a) funzioni di polizia giudiziaria, rivestendo a tal fine la qualità di agente di polizia giudiziaria, riferita agli operatori, o di ufficiale di polizia giudiziaria, riferita ai responsabili del servizio o del corpo e agli addetti al coordinamento e al controllo….(omissis).”.





Codice di procedura penale (approvato con D.P.R. 22/9/1988, n. 447)

art. 55, comma 1:
“(Funzioni della polizia giudiziaria)
1. La polizia giudiziaria deve, di propria iniziativa, prendere notizia dei reati, impedire che vengano portati a conseguenze ulteriori, ricercarne gli autori, compiere gli atti necessari per assicurare le fonti di prova e raccogliere quant’altro possa servire per l’applicazione della legge penale.”.

art. 57:
“1. Salve le disposizioni delle leggi speciali, sono ufficiali di polizia giudiziaria: (omissis).
2. Sono agenti di polizia giudiziaria:
a) (omissis)
b) (omissis)…e, nell’ambito territoriale dell’Ente di appartenenza, le guardie delle province e dei comuni quando sono in servizio:
3. Sono altresì ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria, nei limiti del servizio cui sono destinate e secondo le rispettive attribuzioni, le persone alle quali le leggi e i regolamenti attribuiscono le funzioni previste dall’art. 55 -----------------
agente o ufficiale di polizia giudiziaria a norma dell’articolo 221 del codice di procedura penale;
(omissis).”

Riguardo ai compiti di polizia giudiziaria che possono essere svolti dagli appartenenti ad un corpo, o servizio, di polizia municipale, si riscontrano due diverse interpretazioni:

• nel primo caso essi sono definiti, ai sensi dell’articolo 57, comma 2, lettera b) del codice di procedura penale, agenti di polizia giudiziaria dal momento dell’assunzione e senza necessità di alcun riconoscimento specifico, senza limiti di materia, con competenza estesa a qualsiasi tipo di reato, ma con il limite territoriale dell’Ente di appartenenza e l’ulteriore limite temporale, per effetto del quale, la qualifica vige solo durante l’orario di servizio; i comandanti e gli addetti al coordinamento e al controllo sono altresì ufficiali di polizia giudiziaria, ai sensi dell’articolo 57, comma 3 del codice di procedura penale, sempre con il limite territoriale dell’Ente di appartenenza, ma con una competenza, in quanto ufficiali, non generale su tutte le materie, ma limitatamente a quelle assegnate alla competenza specifica del corpo (ad esempio edilizia, commercio, circolazione stradale, ecc.).
• nel secondo caso (vedasi parere ANCITEL del 6/2/2003) gli appartenenti alla Polizia Municipale, ai sensi dell’articolo 5, comma 1 della Legge-quadro sulla Polizia Municipale 7/3/1986, n. 65 (e ai sensi dell’articolo 7, comma 1 della legge regionale 31/07/1989, n. 47), esercitano le funzioni di polizia giudiziaria nell’ambito territoriale di appartenenza, “…nei limiti delle proprie attribuzioni; la limitazione per materia riguarderebbe quindi l’attività di tutti gli appartenenti alla polizia municipale, sia gli agenti che gli ufficiali.

A tale proposito si devono considerare due aspetti; la Legge-quadro n. 65/86 è legge che disciplina espressamente l’ordinamento della polizia municipale; per contro, il nuovo Codice di Procedura Penale, che ha inserito (art. 57, comma 2) “le guardie dei Comuni, quando sono in servizio nell’ambito territoriale di appartenenza” tra i soggetti che possono compiere atti di polizia giudiziaria, è entrato in vigore in data successiva a quella della precitata legge che disciplina la polizia municipale (approvato con D.P.R. 22/9/1988, n. 447).

Voglio aggiungere: perchè l'art. 57 cpp nato dopo la Ns Legge quadro non ha previsto anche la figura dell'Ufficiale di P.G. limitandosi a chiamarci guardie comunali e provinciali...
Perchè la stessa persona con la stessa qualifica potrebbe rivestire la qualifica di UPG (in caso di responsabile del servizio) e di agente di P.G. nel caso che venisse scavalcato da un comandante di cat. D o dispensato e sostituito dall'incarico di responsabile del corpo?
Maaaa...
_________________
_____________
Saluti da RuPi98.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
deepa



Registrato: 03/11/06 16:57
Messaggi: 1206
Residenza: da Leuca al Nord d'Italia

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 6:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

RuPi98

Citazione:
Maaaa....


Ed io credevo che fosse semplice-semplice!!!!!
Certo che è curioso!!!!

Citazione:
sono prevalentemente impiegato in Polizia Giudiziaria


Cosa ti fanno fare??? Tu lo fai da ag o da uff di P.G.???
_________________
Quando la legge non può far valere i propri diritti rendete almeno legittimo che la legge non impedisca di infliggere i torti. (William Shakespeare)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kunta Kinte®



Registrato: 04/07/04 21:03
Messaggi: 21052
Residenza: Nella foresta Marchigiana.......

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 6:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

deepa ha scritto:
Kunta ha detto

Citazione:
La risposta sembra ovvia...........categoria C = agente......... D = ufficiale.

Non è cosi?


Prima mi avevi convinto, con l'ovvietà'. Perchè poi hai dubitato e ci hai fatto ricapitolare??


Perchè è OVVIO che sia così.......... ma siccome siamo in Italia meglio dubitare anche dell'ovvieta'......come descritto da Rupi98. Confused
_________________
-Noli illegittimi carborundum!-
Top
Profilo Invia messaggio privato
deepa



Registrato: 03/11/06 16:57
Messaggi: 1206
Residenza: da Leuca al Nord d'Italia

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 6:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Kunta
Citazione:
meglio dubitare anche dell'ovvieta'


L'hai detto orco giuda!!!
_________________
Quando la legge non può far valere i propri diritti rendete almeno legittimo che la legge non impedisca di infliggere i torti. (William Shakespeare)
Top
Profilo Invia messaggio privato
deepa



Registrato: 03/11/06 16:57
Messaggi: 1206
Residenza: da Leuca al Nord d'Italia

MessaggioInviato: Ven 09 Nov 2007 - 6:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Sono altresì Ufficiali ed Agenti di Polizia giudiziaria nei limiti del servizio cui sono destinate e secondo le rispettive attribuzioni le persone alle quali le leggi ed i regolamenti attribuiscono tale funzione (articolo 57, 3° comma, Codice procedura penale): il comandante, i coordinatori ed i controllori della polizia municipale, provinciale e locale, limitatamente ai compiti di prevenzione e repressione di illeciti specificatamente di competenza degli enti [Comune, Provincia, Consorzio o Comunità] di appartenenza, illuminante è la circostanza che il legislatore ha ritenuto facoltativo per gli enti locali armare o meno gli appartenenti al servizio o corpo di polizia locale, ed in ogni caso il porto dell'arma [D.M.145/4987] è finalizzato alla sola difesa personale e non ai compiti istituzionali; i verificatori di pesi e di misure R.D.23 agosto 1890 n.7088; le guardie zoofile nominate dalle società di protezione animali se riconosciute dal prefetto L.12 giugno 1913 n.611; i funzionari e gli agenti delegati dal Ministero dell'Industria per la repressione delle frodi alimentari ed agrarie R.D.L. 15 ottobre 1925; funzionari ed agenti dell'amministrazione finanziaria art.31 L.07 gennaio 1929 n.4; agenti giurati per la sorveglianza delle acque pubbliche e private R.D.08 ottobre 1931 n.1604; gli ufficiali sanitari R.D.27 luglio 1934 n.1265; i comandanti di corpo, di distaccamento e di posto delle varie forze armate art.301 codice penale militare di pace; gli ispettori compartimentali dei monopoli R.D.14 giugno 1941 n.577; il personale direttivo, gli ufficiali, i sottufficiali i vigili scelti ed i vigili dei comandi provinciali dei vigili del fuoco L.27 dicembre 1941 n.1570 e L.13 maggio 1961 n.469; gli agenti addetti alla repressione della pesca con materie venefiche o esplosive D.P.R.13 luglio 1954 n.747; gli agenti nominati dalle province per la repressione delle frodi agrarie D.P.R. 10 giugno 1955 n.987; gli ingegneri ed i periti del Corpo delle miniere D.P.R. 09 aprile 1959 n.128; gli ispettori del lavoro D.P.R.19 marzo 1955 n.520; gli impiegati addetti al servizio di vigilanza per la repressione delle frodi agrarie L.15 dicembre 1961 n.1304; il personale sanitario e tecnico addetto alla vigilanza sulla produzione e commercio di sostanze alimentari L.30 aprile 1962 n.283; gli ispettori sanitari L.26 febbraio 1963 n.441; i soggetti indicati all'art.1235 del Codice della navigazione modificato dalla L.03 febbraio 1963 n.94; il personale civile e militare della marina mercantile e gli agenti giurati addetti alla vigilanza ed accertamento delle infrazioni in materia di pesca marittima L.14 luglio 1965 n.963; i dipendenti del Ministero dell'agricoltura addetti all'accertamento delle violazioni al regime per l'erogazione dell'integrazione di prezzo ai produttori di olio d'oliva, L.23 dicembre 1966 n.143; i funzionari consolari per i reati commessi a bordo delle navi mercantili ed aerei civili italiani D.P.R.05 gennaio 1967 n.200; gli impiegati del servizio metrico e del saggio dei metalli preziosi nei limiti del loro servizio L.30 gennaio 1968 n.46; i funzionari e gli impiegati cui sono attribuiti compiti di accertamento di reati in materia di imposta di bollo D.P.R.26 ottobre 1972 n.642; i funzionari doganali D.P.R.22 gennaio 1973 n.43; gli ingegneri ed i geometri del Ministero dei lavori Pubblici, dagli uffici tecnici ragionali, provinciali, comunali gli ufficiali ed i sottufficiali del Corpo dei Vigili del fuoco e tutti gli agenti giurati al servizio dello Stato, delle province e dei comuni L.02 febbraio 1974 n.64; gli agenti venatori incaricati del controllo della regolarità del porto e dell'uso delle armi L.11 febbraio 1992 n.157; gli addetti ai servizi della U.S.L. ed ai presidi multizonali in materia antinfortunistica ed igiene del lavoro L.23 dicembre 1978 n.883; l'ingegnere capo delle sezioni dell'ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi per le infrazioni penali da lui accertate D.P.R.24 maggio 1979 n.886; gli ispettori dell'I.S.V.A.P. incaricati di vigilare sull'esercizio delle attività di assicurazione e rassicurazione L.12 agosto 1982 n.576; i comandanti delle unità di vigilanza sulle attività marittime ed economiche appartenenti alla marina militare L.31 dicembre 1982 n.576; gli Ispettori dell'Agenzia nazionale per la protezione dell'ambiente D.L.vo 17 marzo 1995 n.230; il personale delle camere di commercio nell'espletamento e nei limiti del servizio per l'applicazione del D.L.vo 22 maggio 1999 n. 25 (art.20).


Vedi se ti serve.... ma guarda cosa tocca fare per capire cosa si è cosa non si è. Ma non era meglio scriverlo sulla tessera!!!!!!
_________________
Quando la legge non può far valere i propri diritti rendete almeno legittimo che la legge non impedisca di infliggere i torti. (William Shakespeare)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La Polizia e il Cittadino Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi