Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
concessione cimiteriali
Vai a Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49505

MessaggioInviato: Sab 28 Lug 2007 - 9:00 am    Oggetto: Rispondi citando

Infatti, e' una bella 'grana' !
Quanti sarebbero i casi interessati ? A rigore, occorrerebbe, previa comunicazione di avvio del procedimento, adottare provvedimenti, in termini di auto-tutela, di riforma degli atti posti in essere, in relazione alla durata, riferendola alla durata delle altre concessioni di pari tipologia concesse a tempo determinato (e, qui, potrebbe aversi che, prima, non vi fossero concessioni di questa tipologia a tempo detemrinato) o, meglio (dal punto di vista della posizione soggettiva dei concessionari), riferendola al massimo ammissibile (99 anni).
Oltretutto, 'converrebbe' anche ai concessionari, nel senso che, fin che' sussista la perpetuita', cio' non consentirebbe l'estumulazione dei feretri estumulati (art. 86, 1 dPR 10/9/1990, n. 285), con la limitazione all'uso data dalla mera capienza fisica, mentre se a tempo determinato, almeno alla scadenza della concessione puo' ri-utilizzarsi il posto.
Vi potrebbe anche essere la politica dello struzzo, nel senso di lasciare tutto fermo ed eccepire la durata 99ennale nel 2075-2076, cioe' ai 99 anni (ma non sarebbe una cosa seria).
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
523d





MessaggioInviato: Gio 23 Ago 2007 - 6:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

le procedure di assegnazioni di loculi se non precedute dalla pubblicazione di una graduatoria dalla quale rislti formalmente la posizione utile degli eventuali " aspiranti alle stesse " può invalidare successivamente, in modo definitivo, la stipula delle relative concessioni?
Grazie per la eventuale risposta.
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49505

MessaggioInviato: Ven 24 Ago 2007 - 6:12 am    Oggetto: Rispondi citando

Che prevede il Regolamento comunale di polizia mortuaria, fonte primaria ed esclusiva in questa materia ?
E' previsto che si formi una graduatoria delle domande di assegnazione? Se si, e' un vincolo di procedimento che l'amministrazione e' tenuta a rispettare ... Dovremmo, poi, chiederci se un tale (eventuale) vizio sia tale da terminare che sia revocata l'assegnazione, il ché potrebbe non incidere sull'atto di concessione stipulato in conseguenza/applicazione ... (in certi casi potrebbe aversi autonomia tra l'istituto dell'assegnazione ed il formale atto di concessione, registrato ecc.). E, anche arrivando, ad annullare l'atto di concessione, dovrebbe pensarsi all'indennizzo spettante ai soggetti di buona fede (concessionari).
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
5172





MessaggioInviato: Gio 30 Ago 2007 - 9:05 am    Oggetto: concessione cimiteriali Rispondi citando

E' proprio così, allora: l'art. 86 comma 1 del DPR 285/90 non consente l'estumulazione delle salme tumulate in tombe di famiglia perpetue! Dobbiamo pertanto rigettare le istanze di estumulazione da dette sepolture per la posa nel campo inconsunti e successiva tumulazione negli ossari?
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49505

MessaggioInviato: Gio 30 Ago 2007 - 1:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

E' stato verificato se il Regolamento comunale di polizia mortuaria preveda qualche cosa ?
A volte, in questa sede, e' ammessa l'estumulazione decorso un certo tempo ....
Se il Regolamento comunale anzidetto non preveda alcunche', e' corretta la conclusione a cui porta l'art. 86, 1 dPR 285/1990.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Camogli
552a





MessaggioInviato: Lun 03 Set 2007 - 10:41 am    Oggetto: Tombe private perpetue Rispondi citando

Nel cimitero della mia città è presente una tomba di famiglia concessa nel 1966 in perpetuità. La concessionaria è defunta nel 1977 senza lasciare eredi. Le altre salme appartengono ad una famiglia estinta che aveva lasciato i propri beni alla propria domestica, la concessionaria appunto. La suddetta tomba sta cadendo su quella vicino e comporta anche problemi di incolumità pubblica. Vorrei avviare una procedura di decadenza. Ho già fatto un'ordinanza che intima gli eredi o gli aventi diritto di avviare i lavori di ripristino, ma non si è presentato nessuno. Ora vorrei avviare la procedura di decadenza, ma non ne ho mai fatte e non so come muovermi.
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49505

MessaggioInviato: Lun 03 Set 2007 - 1:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non e' una duplicazione ad altro argomento ? Vedilo. Intanto.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Camogli
552a





MessaggioInviato: Mar 04 Set 2007 - 6:57 am    Oggetto: Tomba perpetua Rispondi citando

La ringrazio della Sua risposta. Sono andata a vedere l'art. 86 del DPR 285, purtroppo ho sempre il problema dell'incolumità pubblica, sta cedendo proprio la tomba. La mia Amministrazione vorrebbe riannettersi il terreno costringendo l'eventuale compratore a dare una sepoltura alle salme presenti nella tomba. Comunque mi piacerebbe approfondire il discorso durante la giornata del 25 settembre a Varazze, dove sarò sicuramente presente.
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49505

MessaggioInviato: Gio 06 Set 2007 - 1:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nel frattempo fai, comunque, la diffida a provvedere a chi ha obblighi in questo senso.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
annuzza
5016





MessaggioInviato: Lun 17 Dic 2007 - 3:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per informatizzare le procedure cimiteriali si è provveduto in questo Ente a ricercare i vecchi contratti di concessione loculi per inserirne gli estremi nel programma informatico

Per quanto riguarda le concessioni degli anni 50° non si è riusciti a recepire alcune atto nè ricevute di eventuali pagamenti effettuati per conceder detti loculi

Cio crea problemi in ordine al reperimento di dati sulla perpetuità o meno di dette concessioni (consideriamo che se il temine fosse cinquantennale le scadenze si avranno, o si sono avute, in questi anni)

Come possiamo reperire tali dati, in quali atti comunali ci sarebbe possibile cercare? Premetto che il regolamento comunale di questo Ente è stato emesso nel 1914 e nuovamente approvato nel 1971

Grazie
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49505

MessaggioInviato: Lun 17 Dic 2007 - 4:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

A rigore (ma, a volte, e' stato possibile vedere ... di tutto), le concessioni dovrebbero essere state deliberate, al tempo, dal consiglio comunale, sottoposta al nulla-osta del Prefetto e, quindi, formalizzate in contratto soggetto al visto della G.P.A.
Il che' consente di reperire (forse) qualcosa dal registro delle deliberazioni consiliari, dall'archivio e, infine, extrema ratio, dall'Archivio di Stato (dove dovrebbero essere stati riversati gli esemplari (copie) quanto meno dei contratti.
Per altro, il fatto che dalle risultanze contabili (verificati gli allegati ai Conti consuntivi ?) non risultino introitate le somme, lascia perplessi, cioe' lascia pensare che non necessariamente siano state seguite le procedure che avrebbero dovuto essere seguite (magari con entrate registrate dall'Economato, anziche dal tesoriere ?).
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
5706





MessaggioInviato: Lun 31 Dic 2007 - 1:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dott. SCOLARO è possibile accettare da parte di un nuovo concessionario una richiesta di variazione di nominativo di uno degli aventi diritto alla sepoltura in una cappella, durante il periodo che intercorre tra l'atto di assegnazione del lotto di terreno ed il rilascio dell'atto di concessione che normalmente si adotta dopo quanche mese(appunto dalla assegnazione).
GRAZIE
e Buona Fine Anno a tutti
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49505

MessaggioInviato: Lun 31 Dic 2007 - 1:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

E' unicamente l'atto di concessione a costituire il titolo.
Eventuali atti ad esso preliminari, se previsti dal Regolamento comunale di polizia mortuaria, vanno valutati sulla base di questo Regolamento (ma, sembrerebbe, che nella specie si tratti piu' di atti 'in uso', per prassi che per norma (regolamentare)).
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
5701





MessaggioInviato: Ven 04 Gen 2008 - 9:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

In realtà, un cittadino cui è stato assegnato ( atto questo previsto dal regolamento ) una celletta ossario non ha ancora provveduto (e già sono trascorsi circa 2 mesi da tale assegnazione ) ad esumare - per ivi tumulare - i resti mortali della propria moglie .Il regolamento prevede che trascorsi 15 giorni dal decesso la sepoltura deve essere comunque occupata dall'avente diritto , pena la decadenza della concessione. Ma la concessione in questo caso deve essere ancora stipulata( dovranno passare purtroppo altri mesi ). Ed allora, come si potrebbe procedere nei confronti del cittadino chiaramente inadempiente (ma fino a che punto però :dato che gli obblighi ad esso posti sono tutti contenuti nell'atto di concessione ? )
Si potrebbe comunque contestare, al momento, allo stesso la mancata tumulazione dei resti mortali della moglie nella celletta ossario già assegnata? E con quale provvedimento sanzionare l'eventuale rifiuto a provvedere ?
Grazie per la evenuale risposta
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49505

MessaggioInviato: Sab 05 Gen 2008 - 5:37 am    Oggetto: Rispondi citando

Mi pare che il riferimento ai 15 gg, in quanto decorrenti dal decesso, siano impropri, trattandosi di tumulazione di ossa esumate (od, estumulate).

Per altro, se nel Regolamento comunale di polizia mortuaria (e, meglio se, anche nell'atto di concessione) sia previsto un termine per queste operazioni, decorso infruttosamente questo, potrebbe adottarsi un provvedimento che attesta l'inadempimento e dichiara venuta meno (decadenza, essendovi un inadempimento di parte) la concessione sorta con la stipula dell'atto di concessione. La concessione potra', quindi, essere oggetto di assegnazione a terzi. In tal caso, la somma versata per la concessione (per la concessione, non per le c.d. spese contrattuali (imposte di bollo, di registro, diritti e quanto altro dovuto)), andra' restituita, decurtata (pro-rata) del periodo intercorrente tra la stipula e la dichiarazione di decadenza, periodo nel corso del quale la parte ha avuto a disposizione (sottraendola all'uso da parte di altri) la concessione.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Successivo
Pagina 2 di 13

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it