Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
FOTO E PROFESSIONE PER CARTA DI IDENTITA'
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
NBLEK3746



Registrato: 25/11/04 09:48
Messaggi: 17

MessaggioInviato: Dom 26 Ago 2007 - 10:04 am    Oggetto: FOTO E PROFESSIONE PER CARTA DI IDENTITA' Rispondi citando

Egregio dott. Scolaro,
Vorrei una delucidazione in merito al rilascio di carte di identità.
1) Vorrei sapere se si possono accettare fototessere fatte in divisa (ad. esempio polizia, vigili ecc.) senza cappello solo giacca e cravatta e quali sono le norme che eventualmente negano tale rilascio;
2) Se dietro comunicazione scritta da parte del cittadino si ha l'obbligo di indicare sulla carte di identità la professione.
Grazie per l'attenzione.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49774

MessaggioInviato: Dom 26 Ago 2007 - 3:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

1) Si. Non vi sono motivi ostativi di sorta.
2) La professione o la condizione non professionale va - sempre - indicata nella C.I.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
andreafranco



Registrato: 05/04/07 16:02
Messaggi: 255

MessaggioInviato: Lun 27 Ago 2007 - 11:31 am    Oggetto: Rispondi citando

Sulla professione il Ministero risponde così:
"L'indicazione della professione sulla carta d'identità non è necessaria, in quanto elemento non concorrente alla identificazione della persona, e pertanto,anche alla luce delle disposizioni in vigore a tutela della privacy, la stessa potrebbe non essere indicata,a meno che non vi sia una esplicita richiesta in tal senso da parte dell'interessato." (vedi http://www.servizidemografici.interno.it/sitoCNSD/faqRicerca.do?metodo=quesito&servizio=faq&FAQ_ID_QUESITO=1528&codiceFunzione=FQ&codiceSettore=CI).
D'altra parte già il 6.07.1999 il Ministero dell'Interno interpellato dalla Prefettura di Udine così rispondeva:
"L'indicazione della professione sulla carta d'identità non è necessaria, in quanto elemento non concorrente alla identificazione della persona ma utile soltanto a fini statistici. Pertanto la circolare n. 10 dell'1.12.1966 di questo Ufficio, che stabiliva l'indicazione, sulla carta d'identità, della professione svolta dall'interessato, deve ritenersi superata, anche alla luce della legge 15.05.1997, n. 127, che all'art.2 , comma 10, non prevede tra le notizie da riportare sul documento, quello della professione."
Alla luce dell'art 3 comma 1 DPCM 22.10.1999 n. 437 che disciplina il contenuto della carta d'identità ellettronica direi che l'impostazione ministeriale trova anche una "consacrazione" normativa.
Quindi Vi prego non fucilate l'impiegato che d'ordine del Sindaco abbia rilasciato la carta d'identità senza indicazione della professione.
Saluti
Andreafranco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49774

MessaggioInviato: Lun 27 Ago 2007 - 3:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nessua fucilazione, anzi .... tra l'altro, a me era piaciuta, a suo tempo, l'amenita' sui fini statistici che avrebbe avuto tale indicazione sulla C.I.
Se il Ministero, allora (1999, ma poi quel prefetto e' andato 'in sede'), ne fosse stato veramente convinto poteva sempre promuove un D.M. di modifica del modello della C.I., per non dire che il riferimenti al 437/1999 riguardano altro, almeno in termini di modelli .... Comunque, il mondo e' bello perche' e' avariato (con la storpiatura nota). Si tratta di cose di poco conto, ma che generano dubbi.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Obito



Registrato: 25/01/14 10:38
Messaggi: 173

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 8:28 am    Oggetto: Rispondi citando

ripropongo la questione, l'indicazione della professione sulla c.i. è obbligatoria?
Oppure è come per l'indicazione dello stato civile, a discrezione del cittadino?
E che ormai non capisco più il senso della carta identità, per la privacy finiremo con fare un documento con una foto e poi una serie di asterischi su ogni campo presente nel documento. Tanto vale farsi identificare fornendo i dati a voce...anzi al telefono Very Happy
_________________
Significati oscuri, espressioni ambigue o velate da decifrare, messaggi con concetti nascosti e confusi, norme reticenti e interpretazioni astruse delle varie correnti di pensiero. Buon lavoro a tutti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
diego



Registrato: 02/07/07 17:18
Messaggi: 14014
Residenza: mediglia

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 9:03 am    Oggetto: Rispondi citando

finchè non cambino il modello di CI questo dato va messo (non esiste norma che esenti; ma solo qualche circolare "discutibile")
per lo stato civile esiste una previsione esentiva di legge (art. 35 dpr 445/2000)
la possibilità di omettere o meno tali dati non afferisce la "presunta" privacy ma la loro irrilevanza ai fini dell'identificazione dell'interessato (che potrebbe dichiarare di essere "astronauta" per quanto mi interessi)
_________________
Diego Mosè Moro
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Obito



Registrato: 25/01/14 10:38
Messaggi: 173

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 9:39 am    Oggetto: Rispondi citando

diego ha scritto:
finchè non cambino il modello di CI questo dato va messo (non esiste norma che esenti; ma solo qualche circolare "discutibile")
per lo stato civile esiste una previsione esentiva di legge (art. 35 dpr 445/2000)
la possibilità di omettere o meno tali dati non afferisce la "presunta" privacy ma la loro irrilevanza ai fini dell'identificazione dell'interessato (che potrebbe dichiarare di essere "astronauta" per quanto mi interessi)


ma il fatto di non mettere la professione perchè ritenuta anch'essa irrilevante ai fini dell'identificazione dell'interessato, penso sia anche dovuta al fatto che vista l'interpretazione della circolare (che considera il dato inutile) non occorre ledere la privacy del cittadino nell'indicare dati come la professione o lo stato civile. Il fine dovrebbe essere quello, altrimenti dovrebbero far sparire anche l'indirizzo di residenza e gli estremi dell'atto di nascita, visto che la c.i non è un certificato di residenza o un certificato di nascita.
Secondo me non sono dati inutili, perchè qualsiasi autorità di pubblica sicurezza può aver bisogno di questi dati, quando effettua degli accertamenti per ipotesi di reato, deve semplicemente creare un fascicolo su qualcuno o deve identificare un cittadino, e del resto l'obbligo di portare un documento di identità deriva dalle leggi di pubblica sicurezza
_________________
Significati oscuri, espressioni ambigue o velate da decifrare, messaggi con concetti nascosti e confusi, norme reticenti e interpretazioni astruse delle varie correnti di pensiero. Buon lavoro a tutti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
diego



Registrato: 02/07/07 17:18
Messaggi: 14014
Residenza: mediglia

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 9:47 am    Oggetto: Rispondi citando

la CI è tale per modello ministeriale e i dati ivi previsti vanno indicati; se una norma consenta di ometterli, bene, altrimenti vanno messi (in quanto esiste una norma di rango primario che demanda ad un atto amministrativo l'adozione di un modello per il quale è vietato apporre indicazioni diverse e/o in aggiunta).
la professione di una persona in che modo lederebbe mai la privacy della stessa? quali dati sensibili riportebbe? se uno fa il parroco, forse... Wink
peraltro la circolare de quo individua il dato relativo alla professione come meramente "statistico" e non intende ometterlo per violazioen di privacy ma appunto per il valore statistico che ha. Confused
_________________
Diego Mosè Moro
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Tiziana5838



Registrato: 20/08/12 11:18
Messaggi: 2153
Residenza: Lazio

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 10:05 am    Oggetto: Rispondi citando

Confesso che abbiamo aderito volentieri alle previsioni ministeriali, sia perchè non è un dato verificabile ma solo dichiarato e sia perchè ci sembra assurdo che uno magari deve andare in giro per 10 anni con "attesa occupazione" (certo visti i tempi purtroppo è diventato un dato probabile ...ma perchè mortificare le persone pure sulla C.I?). Inoltre ad un disabile che non può lavorare che mettete?
io tratteggio lo spazio molto volentieri.
Top
Profilo Invia messaggio privato
diego



Registrato: 02/07/07 17:18
Messaggi: 14014
Residenza: mediglia

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 10:25 am    Oggetto: Rispondi citando

perchè qualcuno guarda veramente la professione sulla CI? e legge che sei disoccupato? il disabile è pensionato.
_________________
Diego Mosè Moro
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
marcy



Registrato: 12/12/13 16:43
Messaggi: 589

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 10:41 am    Oggetto: Rispondi citando

Scusate vorrei un chiarimento: quando io ometto la professione il tratteggiato mi esce automaticamente dalla macchina...lo chiedo perchè mi capitano c.i. di altri comuni dove invece del tratteggiato vi è un timbro che menziona la legge oppure scrivono in cerca di primo lavoro,indicazione che mi sembra superflua Question
Top
Profilo Invia messaggio privato
clarel



Registrato: 30/12/13 12:17
Messaggi: 207

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 12:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

La professione va indicata; per quanto riguarda i disabili, spesso sono i familiari stessi a chiedere l'indicazione "disabile" per l'ASL, ecc.
Top
Profilo Invia messaggio privato
tarabela



Registrato: 20/12/06 12:28
Messaggi: 540

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 7:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mi chiedo, visto che il regolamento anagrafico fa esplicito divieto di certificare titoli di studio e professioni dai dati anagrafici, se la possibilità di indicarla dipende dal fatto che chi firma in quel momento è incaricato del Sindaco e non ufficiale di anagrafe. Però, i dati della professione sono di fatto ripresi dalla banca dati dell'Anagrafe...come la mettiamo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
diego



Registrato: 02/07/07 17:18
Messaggi: 14014
Residenza: mediglia

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 7:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

sono due cose diverse; la CI non è un certificato (tanto meno anagrafico) e la professione è dichiarata al momento del rilascio dall'interessato; esiste una norma di rango primario che lo prevede. Wink
con la differenza, tra l'altro, che mentre l'aggiornamento della professione in anagrafe è oggetto di dichiarazione (obbligatoria) documentata, l'indicazione sulla CI è meramente dichiarata e non ha certo natura (nè scopo) certificativo di alcunché.
_________________
Diego Mosè Moro
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
tarabela



Registrato: 20/12/06 12:28
Messaggi: 540

MessaggioInviato: Ven 04 Apr 2014 - 9:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Questa è l'Italia, non puoi certificare una cosa documentata e poi di fatto lo si fa su una semplice dichiarazione...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2014 phpBB Group
phpbb.it