Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Legge 104 revisione e tempi di attesa risposta

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Pubblico impiego
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Annalisa61
5238





MessaggioInviato: Dom 28 Lug 2013 - 5:56 am    Oggetto: Legge 104 revisione e tempi di attesa risposta Rispondi citando

Buongiorno a tutti

Purtroppo 2 anni fa mio marito a causa di una malattia è
Finito in sedia a rotelle.
Fortuna che l azienda dove lavora gli ha trovato un posto per il suo caso.
In questi 2 anni ha usufruito delle 2 ore di permesso legge 104.
A giugno scadeva il verbale e il 18 giugno veniva chiamato a visita di revisione.
A oggi dopo 40 giorni non abbiamo ancora ricevuto nulla.
Lui a luglio non ha potuto usufruire delle 2 ore di permesso.
E non potrà fino a quando non avremmo il verbale e inoltrato domada all inps .
Avevamo chiesto un verbale provvisorio alla visita ma ci è stato detto che non vengono più rilasciati.
Ovvero solo per malati oncologici.
All inps ci dicono che bisogna aspettare.
Ma vi sembra normale dover aspettare mesi per una convalida del verbale da parte dell inps ??!!
Chiedo a voi tutti al prof. Maurizio , avete idea dei tempi di attesa per la risposta ?
Mi rendo conto che non viviamo in un paese normale.
Grazie a tutti
Top
Prof. Maurizio



Registrato: 24/06/08 12:50
Messaggi: 3446

MessaggioInviato: Dom 28 Lug 2013 - 10:51 am    Oggetto: Re: Legge 104 revisione e tempi di attesa risposta Rispondi citando

Annalisa61 ha scritto:
Buongiorno a tutti

Purtroppo 2 anni fa mio marito a causa di una malattia è
Finito in sedia a rotelle.
Fortuna che l azienda dove lavora gli ha trovato un posto per il suo caso.
In questi 2 anni ha usufruito delle 2 ore di permesso legge 104.
A giugno scadeva il verbale e il 18 giugno veniva chiamato a visita di revisione.
A oggi dopo 40 giorni non abbiamo ancora ricevuto nulla.
Lui a luglio non ha potuto usufruire delle 2 ore di permesso.
E non potrà fino a quando non avremmo il verbale e inoltrato domada all inps .
Avevamo chiesto un verbale provvisorio alla visita ma ci è stato detto che non vengono più rilasciati.
Ovvero solo per malati oncologici.
All inps ci dicono che bisogna aspettare.
Ma vi sembra normale dover aspettare mesi per una convalida del verbale da parte dell inps ??!!
Chiedo a voi tutti al prof. Maurizio , avete idea dei tempi di attesa per la risposta ?
Mi rendo conto che non viviamo in un paese normale.
Grazie a tutti


Suo marito è stato "fortunato" che è stato convocato a visita nello stesso mese della scadenza del verbale, ci sono C.M. che con estremo ritardo convocano anche a distanza di mesi dalla scadenza. Dopo la data di visita (anzi dopo la notifica del verbale di visita all'INPS...cioè diversi giorni dopo il 18/6) di norma l'INPS ha 60gg. di tempo per decidere di sospendere o convalidare. Quindi se la notifica è avvenuta a fine giugno i tempi legali possono estendersi anche a fine agosto o più considerando anche i tempi di notifica all'interessato e in determinati casi l'INPS nei 60gg può anche sospendere ciò che è stato riconosciuto nel verbale e quindi i tempi si allungano.

Se lo ritiene utile mi contatti in privato per trovare eventuali soluzioni, qual'ora ci fossero.

Salve.

Maurizio.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Annalisa 61
523d





MessaggioInviato: Dom 28 Lug 2013 - 4:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Buongiorno e grazie della risposta prof. Maurizio.

Questi tempi di attesa le sembrano normali ?
Qua parliamo di una persona invalida al 100% con problemi di deambulazione , che necessita di catetere e altre patologie che non voglio nemmeno elencarle pubblicamente.
In un paese civile si va a visita e dopo qualche giorno si deve avere una risposta.
Servono mesi per controllare una pratica ????!!
Quando però ci viene chiesto un qualsiasi pagamento di tasse questo non può sforare nemmeno di 1 giorno pena more e interessi da pagare.

Saluti
Top
Prof. Maurizio



Registrato: 24/06/08 12:50
Messaggi: 3446

MessaggioInviato: Dom 28 Lug 2013 - 4:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Annalisa 61 ha scritto:
Buongiorno e grazie della risposta prof. Maurizio.

Questi tempi di attesa le sembrano normali ?
Qua parliamo di una persona invalida al 100% con problemi di deambulazione , che necessita di catetere e altre patologie che non voglio nemmeno elencarle pubblicamente.
In un paese civile si va a visita e dopo qualche giorno si deve avere una risposta.
Servono mesi per controllare una pratica ????!!
Quando però ci viene chiesto un qualsiasi pagamento di tasse questo non può sforare nemmeno di 1 giorno pena more e interessi da pagare.

Saluti



Non si può paragonare un pagamento in scadenza con un accertamento complesso come uno stato di handicap, con questo non voglio giustificare ritardi di valutazione da parte delle C.M.

Consideri comunque che:

1) per legge la valutazione dell'invalidità e handicap è a cura di ben 2 commissioni mediche, una per la visita diretta e la seconda di verifica sul piano documentale;

2) la legge prevedeva fino a 9 mesi di tempo per la valutazione dell'handicap dalla data dell'istanza (DPR 21 settembre 1994, n. 698 art. 1 comma 3 "...Il procedimento relativo all'accertamento sanitario da parte delle stesse commissioni deve concludersi entro nove mesi dalla presentazione della domanda.....", ma nella maggior parte dei casi i tempi sono molto più celeri dei 270giorni di tempo per la conclusione dell'iter.

3) in caso di ritardo di convocazione a visita (legge 423/93) e in caso di cure oncologiche urgenti (Legge 80/2006) la fruizione dei permessi è prevista immediatamente con con certificazione provvisoria.

Consideri inoltre che la visita non è una reale visita a tutti gli effetti, ma più che altro un'acquisizione documentale sanitaria a cui deve seguire una valutazione collegiale entrando in merito alle certificazioni agli atti. Occorre anche aggiungere il fatto che l'assistente sociale deve redigere una relazione utile alla valutazione dell'handicap. Se considera che le C.M. non si riuniscono tutti i giorni (solitamente i membri hanno incarichi sanitari al di fuori della Commissione stessa) e che nella data di visita i soggetti convocati sono diverse decine, ne scaturisce che il verbale non può essere redatto e concluso nella stessa giornata. Inoltre secondo legge il verbale della C.M. di prima istanza (ancora provvisorio) deve essere spedito alla C.M. di verifica la quale ha tempo 60 gg. per verificare tutta la proceduta ecc......(tutto questo fortunatamente oggi a differenza di anni fa si può seguire telematicamente, anche per un discorso di trasparenza).

Dico ciò, (ripeto), non per giustificare nessuno, ma per far capire che comunque non si tratta di una "visita medica", ma di un iter complesso che coinvolge diverse commissioni mediche, decine di sanitari, assistenti sociali, esperti, segreterie, spedizioni, ecc....e oggi i tempi sono abbastanza contenuti rispetto al passato in cui si avvicinavano ai limiti delle disposizioni legislative e, in alcuni casi, addirittura venivano illegalmente varcati.

Comunque le accennavo il fatto che se lei lo ritiene utile possiamo verificare se ci sono gli estremi per una certificazione provvisoria ai sensi della legge 423/93 se nei mesi pregressi lei ha prodotto un'istanza (anche di sollecito) alla segreteria della C.M.

Salve.

Maurizio.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Annalisa 61
523d





MessaggioInviato: Dom 28 Lug 2013 - 8:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Prof. Maurizio la ringrazio di nuovo e le volevo chiederle una cosa.

Mio marito ha chiesto presso l azienda dove lavora se può comunque usufruire nel frattempo dei 3 giorni o 2 ore .
Quello che mi sembra strano è che gli hanno risposto positivamente.
Ora il verbale è scaduto a giugno.
Siamo in attesa del nuovo verbale.
Le chiedo ......se dovesse prendersi i permessi da chi poi verrebbero pagati ?
Dall inps ? Non credo
L inps li paga una volta che è stato vidimato il verbale spedito all interessato e inoltrata relativa domanda.

Dall azienda dove lavora ?
Non credo assolutamente.
Quindi perché l azienda gli ha comunicato che può comunque usufruire dei permessi ??
Forse si sono parlati tra uffici azienda/inps ?
Non so ma mi sembra tutto strano.
Lui è indeciso se a agosto prendersi queste 2 ore.
Mi puo per cortesia chiarire questo dilemma ?
Grazie
Saluti
Top
Prof. Maurizio



Registrato: 24/06/08 12:50
Messaggi: 3446

MessaggioInviato: Lun 29 Lug 2013 - 7:32 am    Oggetto: Rispondi citando

Annalisa 61 ha scritto:
Prof. Maurizio la ringrazio di nuovo e le volevo chiederle una cosa.

Mio marito ha chiesto presso l azienda dove lavora se può comunque usufruire nel frattempo dei 3 giorni o 2 ore .
Quello che mi sembra strano è che gli hanno risposto positivamente.
Ora il verbale è scaduto a giugno.
Siamo in attesa del nuovo verbale.
Le chiedo ......se dovesse prendersi i permessi da chi poi verrebbero pagati ?
Dall inps ? Non credo
L inps li paga una volta che è stato vidimato il verbale spedito all interessato e inoltrata relativa domanda.

Dall azienda dove lavora ?
Non credo assolutamente.
Quindi perché l azienda gli ha comunicato che può comunque usufruire dei permessi ??
Forse si sono parlati tra uffici azienda/inps ?
Non so ma mi sembra tutto strano.
Lui è indeciso se a agosto prendersi queste 2 ore.
Mi puo per cortesia chiarire questo dilemma ?
Grazie
Saluti


Non saprei cosa risponderle perchè non so che accordi suo marito abbia preso con l'azienda, che informazioni l'azienda abbia relativamente alla scadenza dei verbali, cosa intende fare l'azienda del periodo temporale di "scopertura" del verbale o, ancora peggio, se l'INPS non convalida lo stato di handicap grave sul successivo verbale, ecc. ecc.

L'unica cosa che posso affermare è che alla scadenza del verbale, decadono tutte le prestazioni economiche e i benefici (ad esempio, permessi e congedi lavorativi) precedentemente concessi. L'eventuale conferma delle condizioni medico/sanitarie/sociali precedentemente riconosciute possono solo retroattivamente coprire le provvidenze economiche (es: indennità di accompagnamento, ecc.) eventualmente sospese alla scadenza, ma non permessi e congedi fruiti con un verbale scaduto.

Le consiglio di informarsi presso gli uffici dell'amministrazione lavorativa di suo marito chiedendo in che termini intendono inquadrare la situazione del periodo di fruizione in presenza di un verbale scaduto e in mancanza della procedura ufficiale prevista dall'INPS per la richiesta dei permessi.

Salve.

Maurizio.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Pubblico impiego Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2014 phpBB Group
phpbb.it