Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Targa Gialla tedesca
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La Polizia e il Cittadino
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
TheDevil



Registrato: 10/08/06 20:49
Messaggi: 1863
Residenza: Regno delle Due Sicilie

MessaggioInviato: Ven 18 Mag 2012 - 3:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

TheDevil ha scritto:
Quindi, nell'asserire che "l'assicurazione delle targhe temporanee non e' valida", l'organo accertatore si e' assunto la responsabilita' di non riconoscere la legittimita' di una targa d'immatricolazione vàlida (in quanto non scaduta) rilasciata dalle competenti autorita' tedesche come attestato dal bollino azzurro "ZULASSUNGPLAKETTE", con lo stemma del land, il nome della regione e la denominazione dell'ufficio di immatricolazione.

MO221400 ha scritto:
... a livello di " diritto amministrativo" come posso affermare che quel veicolo ha una "immatricolazione" rilasciata dall'autorità tedesca, se questa addirittura non può avere cognizione a quale veicolo è legata?

Se il tuo quesito/paradosso e' stato determinato dalla lettura della mia affermazione citata, mi permetto evidenziare che ho fatto riferimento alla targa, quale "documento" di per se' sufficiente ad attestare l'assolvimento dell'òbbligo di copertura assicurativa RCA per un veicolo in circolazione internazionale nell'àmbito degli Stati aderenti all'Accordo Multilaterale.
Top
Profilo Invia messaggio privato
TheDevil



Registrato: 10/08/06 20:49
Messaggi: 1863
Residenza: Regno delle Due Sicilie

MessaggioInviato: Ven 18 Mag 2012 - 3:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

TheDevil ha scritto:
post scriptum ad abundantiam

Oltre all'inosservanza dei provvedimenti legislativi gia' citati, nell'applicare la sanzione ex art. 193 CdS l'organo accertatore intervenuto (a Genova come a Tarvisio) ha evidentemente operato in contraddizione con il Ministero da cui dipende.

Infatti e' lo stesso Ministero dell'Interno a riconoscere, implicitamente, la validita' della copertura assicurativa RCA connessa ad una targa "provvisoria" tedesca, nel momento in cui ammette l'utilizzo di detta targa su un veicolo in circolazione in Italia alle condizioni indicate nella Circ. n.300/A/3/44559/123/2/27/3 del 16-06-2004 (con allegato disponibile qui).
.
Top
Profilo Invia messaggio privato
TheDevil



Registrato: 10/08/06 20:49
Messaggi: 1863
Residenza: Regno delle Due Sicilie

MessaggioInviato: Sab 19 Mag 2012 - 11:15 am    Oggetto: Rispondi citando

Fritz84 ha scritto:
Quello che TheDevil ha riportato con ottimi riferimenti normativi è che la targa provvisoria è valida ai fini della circolazione in Italia ...

NO, un po' di attenzione.

Finora ho esposto soltanto le motivazioni per le quali e' infondata la sanzione ex art. 193 CdS in presenza di una targa "provvisoria" tedesca non scaduta.

Ovviamente, secondo la mia lettura delle disposizioni citate.
.
Top
Profilo Invia messaggio privato
giuseppe76



Registrato: 12/05/12 09:53
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Dom 20 Mag 2012 - 6:59 am    Oggetto: Rispondi citando

Il verbale dell'articolo 193 com. 1/2 fattomi a tarvisio è scritto in questo modo: Alla guida del veicolo Skoda fabia con telaio......................... ex targa italiana......,circolava privo della prescritta copertura assicurativa,nella fattispecia veniva fermato presso il casello di ugovizza in uscita stato verso le ore 10.50 con il veicolo suindicato radiato dalla circolazione italiana al quale è stata apposta impropriamente una targa temporanea per esportazione tedesca.Il veicolo viene sottoposto al fermo amministrativo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
TheDevil



Registrato: 10/08/06 20:49
Messaggi: 1863
Residenza: Regno delle Due Sicilie

MessaggioInviato: Dom 20 Mag 2012 - 10:32 am    Oggetto: Rispondi citando

giuseppe76 ha scritto:
Ora giovedi scorso mi hanno sequestrato la vettura uno secondo l'articolo 193 comma 1 e 2 e l'altro [verbale, ndr] secondo l'articolo cds 93 comma 7.
giuseppe76 ha scritto:
Il verbale dell'articolo 193 com. 1/2 fattomi a Tarvisio è scritto in questo modo: ...

Dalla rilettura combinata dei tuoi interventi deduco che sia stato redatto un separato verbale per contestarti la presunta violazione dell'art. 93/7.

Ti chiedo quindi di voler trascrivere anche la parte descrittiva dell'altro verbale.

La presenza di due distinti verbali agevola la redazione dei ricorsi e consente di differenziarne il destinatario.
Top
Profilo Invia messaggio privato
giuseppe76



Registrato: 12/05/12 09:53
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Dom 20 Mag 2012 - 12:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il secondo verbale con art 93 com.7 c'è scritto: Alla guida del veicolo skoda fabia con telaio............................. ex targa italiana...........circolava in autostrada A23 presso il casello di ugovizza verso le ore 10.50,apponendo sul veicolo radiato dalla circolazione italiana targa temporanea per esportazione tedesca in violazione agli accordi bilaterali.Il veicolo acquistato in italia e diretto all'estero per esportazione definitiva. Fermato al casello di ugivizza in uscita stato ed accompagnato per accertamenti presso i nostri uffici. Il veicolo viene sottoposto a sequestro amministrativi ai fini della confisca.

Ci tengo a precisa che sul verbale hanno indicato la confisca e cioè che il mezzo non mi sarebbe mai stato restituito piu,ma non so perchè io ho pagato i due verbali e ho ottenuto il dissequestro.
Sentendo in giro altri episodi mi hanno detto che il mezzo gli è stato confiscato senza mai restituirlo piu.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fbomped



Registrato: 17/10/10 10:00
Messaggi: 185

MessaggioInviato: Dom 20 Mag 2012 - 5:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

giuseppe76 ha scritto:

........ io ho pagato i due verbali e ho ottenuto il dissequestro.


Quanto?
€. 798,00 + €. 398,00 = €. 1.196,00
oppure
€. 199,50 + €. 398,00 = €. 597,50
Top
Profilo Invia messaggio privato
giuseppe76



Registrato: 12/05/12 09:53
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Dom 20 Mag 2012 - 9:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

798+410
Top
Profilo Invia messaggio privato
TheDevil



Registrato: 10/08/06 20:49
Messaggi: 1863
Residenza: Regno delle Due Sicilie

MessaggioInviato: Mar 22 Mag 2012 - 2:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

giuseppe76 ha scritto:
... io ho pagato i due verbali e ho ottenuto il dissequestro.

Mi spiace apprendere della tua scelta di pagare quanto ti e' stato chiesto per riavere il tuo veicolo, senza neanche tentare la strada del ricorso.

Ti ringrazio comunque per aver trascritto nel forum la parte descrittiva dei due verbali che ti hanno elevato a Tarvisio.

Con piu' calma provo a portare avanti il mio approfondimento.
Top
Profilo Invia messaggio privato
TheDevil



Registrato: 10/08/06 20:49
Messaggi: 1863
Residenza: Regno delle Due Sicilie

MessaggioInviato: Mar 22 Mag 2012 - 5:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nel verbale, redatto per contestare la violazione dell'art. 193 CdS a Giuseppe76, conducente di un veicolo con targa "provvisoria" tedesca in circolazione internazionale in Italia, l'organo accertatore ha scritto:
Alla guida del veicolo Skoda fabia con telaio ... ex targa italiana ... circolava privo della prescritta copertura assicurativa, nella fattispecia veniva fermato presso il casello di ugovizza in uscita stato verso le ore 10.50 con il veicolo suindicato radiato dalla circolazione italiana al quale e' stata apposta impropriamente una targa temporanea per esportazione tedesca. Il veicolo viene sottoposto al fermo amministrativo.

Come il collega, che ha sanzionato in precedenza Giuseppe76 e che evidentemente non conosceva la differenza tra la targa "provvisoria" e la targa "prova" rilasciate in Germania, anche l'organo accertatore intervenuto in quest'ultima occasione (a meno che non sia lo stesso) non dimostra una adeguata conoscenza delle caratteristiche che distinguono le varie targhe automobilistiche previste in Germania, come doviziosamente illustrate in un documento disponibile in un sito ben noto alle FF.OO.: http://www.vehicle-documents.it/start/Europa/Start_germania/TARGHE%20TEDESCHE.pdf

In presenza della targa "provvisoria" tedesca collocata sul veicolo di Giuseppe76, come dal seguente esempio:

l'organo accertatore fa confusione con quest'altra targa

che corrisponde invece alla targa "temporanea" per esportazione tedesca
, specificata nel verbale ed apposta impropriamente secondo le valutazioni dello stesso verbalizzante.

L'organo accertatore non specifica quale sia, secondo la sua personale valutazione, la causa dell'improprieta' nell'apposizione della targa sul veicolo, ma - nello stesso tempo - conferma comunque la presenza di targhe tedesche sul veicolo.

Ora, al fine di attestare l'assolvimento dell'òbbligo di copertura assicurativa RCA per un veicolo che si trovi in circolazione internazionale in Italia, e' proprio sufficiente la presenza delle targhe estere (in questo caso tedesche e perdipiu' accompagnate anche dalla Carta Verde) ai sensi della Legge 209/2005 (art. 125) e del DM 86/2008 (art. 5).

Davanti ad analoghi comportamenti [1] da parte degli operatori che svolgono i servizi di polizia stradale non resta purtroppo che avvalersi del diritto di cui al comma 2 dell'art. 200 CdS e chiedere l'inserimento nel verbale di una dichiarazione del seguente tenore [2]:
Il veicolo e' stato fermato mentre si trovava in circolazione internazionale in Italia ai sensi dell'art. 1 della Convenzione di Vienna 1968.
Il veicolo risulta munito di:
- targhe tedesche con numero di immatricolazione _______________ valide fino al __/__/____ ;
- certificato di immatricolazione con pari validita';
- Carta Verde con pari validita';
con controllo tecnico valido fino al __/__/____ e
con l'òbbligo della copertura assicurativa RCA assolto ai sensi della Legge 209/2005 (art. 125) e del DM 86/2008 (art. 5).


Poi si fa ricorso al GdP e si scrive alla Commissione Europea per rappresentare i fatti e chiedere che venga avviata una procedura d'infrazione nei confronti della Repubblica italiana ai sensi dell'art. 226 del Trattato CE.

[segue, per l'art. 93]
--------------------
[1] Contestazione della violazione dell'art. 193 CdS in presenza di veicolo munito di targa "provvisoria" tedesca in circolazione internazionale in Italia.
[2] Salvo migliore e piu' completa stesura da parte di chi voglia fornire il proprio contributo.
N.B. Le immagini sono tratte dalla pagina http://en.wikipedia.org/wiki/Vehicle_registration_plates_of_Germany
Top
Profilo Invia messaggio privato
sineokiq



Registrato: 22/05/12 20:03
Messaggi: 4
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar 22 Mag 2012 - 8:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao, vorrei fare una domanda anche io Smile
Sono riuscito a convincere un collega a vendermi la sua auto. Adesso però c'è il problema di portarla in Bulgaria e non saprei come fare. Da quello che ho capito dobbiamo andare al PRA per la radiazione per export UE, poi alla motorizzazione per le targhe di cartone quelli da 5 giorni. Ma sono valide da per tutto queste targhe? fino in Bulgaria ci arrivo ? Dove e come faccio il certificato di proprietà al nome mio? e la domanda più importante è l'assicurazione che assicurerebbe tutto per quei 5 giorni di tragitto.

A proposito della targa tedesca è fattibile o si corrono piu rischi e rogne che con le targhe di cartone?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Andrii



Registrato: 23/05/12 07:49
Messaggi: 1
Residenza: milano

MessaggioInviato: Mer 23 Mag 2012 - 7:53 am    Oggetto: NOTA BENE Rispondi citando

Fate attenzione le targhe con la banda gialla non sono valide per esportare un auto italiana con carta di circolazione annullata e cdp con menzione annotata cessazione per esportazione verso un paese della comunità europea la polizia sequestra il veicolo+multa di 1000 euro
sono valide solo dalla germania verso un altro paese della comunita europea
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
TheDevil



Registrato: 10/08/06 20:49
Messaggi: 1863
Residenza: Regno delle Due Sicilie

MessaggioInviato: Mer 23 Mag 2012 - 11:08 am    Oggetto: Rispondi citando

sineokiq ha scritto:
Sono riuscito a convincere un collega a vendermi la sua auto.
Adesso però c'è il problema di portarla in Bulgaria e non saprei come fare.

Benvenuto.

Dipende dalla tua attuale residenza normale (in Italia oppure in Bulgaria).
.
Top
Profilo Invia messaggio privato
sineokiq



Registrato: 22/05/12 20:03
Messaggi: 4
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Mer 23 Mag 2012 - 1:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

TheDevil ha scritto:
sineokiq ha scritto:
Sono riuscito a convincere un collega a vendermi la sua auto.
Adesso però c'è il problema di portarla in Bulgaria e non saprei come fare.

Benvenuto.

Dipende dalla tua attuale residenza normale (in Italia oppure in Bulgaria).
.


Ho tutte e due le residenze. Cmq vivo in Italia qua studio e lavoro ho la carta identità residenza tutti i documenti insomma, sono in Italia da 10 anni e passa. Ma ho anche la residenze in Bulgaria, carta identità bulgara etc, ho un appartamento di la.
Top
Profilo Invia messaggio privato
TheDevil



Registrato: 10/08/06 20:49
Messaggi: 1863
Residenza: Regno delle Due Sicilie

MessaggioInviato: Mer 23 Mag 2012 - 4:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

sineokiq ha scritto:
Sono riuscito a convincere un collega a vendermi la sua auto.
Adesso però c'è il problema di portarla in Bulgaria e non saprei come fare.
sineokiq ha scritto:
Cmq vivo in Italia qua studio e lavoro ho la carta identità residenza tutti i documenti insomma, sono in Italia da 10 anni e passa.

Ritengo che la soluzione piu' semplice sia un normale passaggio di proprieta', in base alla tua residenza italiana.

Non hai problemi ne' per stipulare l'assicurazione in Italia ne' per viaggiare all'estero.

Se poi intendi procedere comunque alla reimmatricolazione in Bulgaria, ricordati di trattenere il CdP e le targhe italiane in modo che, al successivo rientro in Italia, tu possa procedere alla cessazione della circolazione per esportazione presso il competente ufficio del PRA.

Con l'esibizione del Certificato di Radiazione e la restituzione del certificato/contrassegno assicurativi puoi infine ottenere dall'impresa assicuratrice la restituzione del premio per il periodo di copertura RCA non fruito.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> La Polizia e il Cittadino Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 4 di 8

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2014 phpBB Group
phpbb.it