Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Dichiarazione di nascita

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Amalfi
5158





MessaggioInviato: Lun 30 Dic 2013 - 11:06 am    Oggetto: Dichiarazione di nascita Rispondi citando

Una ragazza 19enne, pakistana per nascita, diventata italiana jus soli, ha chiesto la residenza nel mio comune da un altro comune italiano qualche settimana fa. Dai dati dell'Apr/4 risulta nubile, ma lei mi presenta una copia dell'atto di matrimonio avvenuto in Pakistan qualche mese fa, in lingua originale, tradotta in inglese e poi in italiano, informandomi che l'originale è ancora in Ambasciata. Io, finchè non mi mostra l'originale, non cambierei il suo stato civile in anagrafe. E' corretto? Inoltre quando mi consegnerà l'originale legalizzato lo tratterrei per la trascrizione nel registro degli atti di matrimonio. La pratica di iscrizione anagrafica non è ancora perfezionata, anche perchè abbiamo chiesto integrazione della documentazione presentata a corredo della domanda (il mio responsabile esige copia del contratto di comodato gratuito regolarmente registrato). Qualche giorno fa ha partorito e ora mi è giunta la denuncia dal centro di nascita.
Il cognome scelto è quello della madre, " secondo le leggi dello stato di appartenenza", ma il bambino è italiano!? Come mi devo comportare? Devo trascrivere fedelmente la dichiarazione e poi proporre variazioni?
Top
Ospite
5700





MessaggioInviato: Lun 30 Dic 2013 - 12:04 pm    Oggetto: Re: Dichiarazione di nascita Rispondi citando

Amalfi ha scritto:
(il mio responsabile esige copia del contratto di comodato gratuito regolarmente registrato).
Oibò! Come se per ottenere l'iscrizione anagrafica non conti la sola dimora abituale (mera situazione di fatto), ma il titolo con cui si occupa un'abitazione.
Top
Tiziana5838



Registrato: 20/08/12 11:18
Messaggi: 1891
Residenza: Lazio

MessaggioInviato: Lun 30 Dic 2013 - 12:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

1-la signora va iscritta in anagrafe entro 2gg - il tuo resp. non può esigere nulla di difforme dalla legge anagrafica - conta, come già detto, la situazione di fatto;
2- ha detto che l'atto di matrimonio è in Ambasciata italiana in Pakistan? sollecitate la trasmissione pec per motivi di nascita figlio e trascrivetelo nei registri di stato civile - anzi dovrebbe trascriverlo il Comune di precedente residenza per data evento ma non mi stupirei se si rifiutasse;
3- in attesa dell'atto di matrimonio intanto la copia che ha è sufficiente per "provare" la filiazione legittima (anche se non si dice + così) e che quindi trattasi di nascita nel matrimonio ai fini del riconoscimento di paternità e maternità al bambino; quindi la dichiarazione la ricopi para para ...
4- la signora è cittadina italiana e quindi lo è anche il figlio = cognome paterno. Direi che puoi correggere con l'art.98RSC e comunicare la correzione all'Ospedale (ma all'ospedale non si sono accorti che questa è italiana?) ... certo se nasceva in Pakistan bisognava lasciarglielo ... Confused
Immagino che il marito sia ancora in Pakistan in attesa del nulla-osta o del visto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
marcy



Registrato: 12/12/13 16:43
Messaggi: 243

MessaggioInviato: Lun 30 Dic 2013 - 1:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

scusate ma cosa vuol dire"La pratica di iscrizione anagrafica non è ancora perfezionata, anche perchè abbiamo chiesto integrazione della documentazione presentata a corredo della domanda (il mio responsabile esige copia del contratto di comodato gratuito regolarmente registrato). "
Ma queste persone sanno che fanno un abuso? Evil or Very Mad Lo sanno che non dobbiamo chiedere nessun titolo,per la residenza conta solo la dimora abituale e deve perfezionarsi entro 2 gg. !!!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Tiziana5838



Registrato: 20/08/12 11:18
Messaggi: 1891
Residenza: Lazio

MessaggioInviato: Mar 31 Dic 2013 - 9:38 am    Oggetto: Rispondi citando

Tiziana5838 ha scritto:
1-la signora va iscritta in anagrafe entro 2gg - il tuo resp. non può esigere nulla di difforme dalla legge anagrafica - conta, come già detto, la situazione di fatto;
2- ha detto che l'atto di matrimonio è in Ambasciata italiana in Pakistan? sollecitate la trasmissione pec per motivi di nascita figlio e trascrivetelo nei registri di stato civile - anzi dovrebbe trascriverlo il Comune di precedente residenza per data evento ma non mi stupirei se si rifiutasse;
3- in attesa dell'atto di matrimonio intanto la copia che ha è sufficiente per "provare" la filiazione legittima (anche se non si dice + così) e che quindi trattasi di nascita nel matrimonio ai fini del riconoscimento di paternità e maternità al bambino; quindi la dichiarazione la ricopi para para ...
4- la signora è cittadina italiana e quindi lo è anche il figlio = cognome paterno. Direi che puoi correggere con l'art.98RSC e comunicare la correzione all'Ospedale (ma all'ospedale non si sono accorti che questa è italiana?) ... certo se nasceva in Pakistan bisognava lasciarglielo ... Confused
Immagino che il marito sia ancora in Pakistan in attesa del nulla-osta o del visto.


P.S: sul punto 4 ho dimenticato di dire che ovviam. devi avvisare anche la signora che hai corretto il cognome al figlio in base alla norma italiana (il bambino italiano nato in Italia da genitori uniti in matrimonio ha il cognome paterno), ma dovresti avvisarla anche che contro la correzione può fare ricorso ai sensi art.98 c.3 DPR 396/2000.
Top
Profilo Invia messaggio privato
William Damiani



Registrato: 07/03/13 19:09
Messaggi: 17
Residenza: Rimini

MessaggioInviato: Mer 01 Gen 2014 - 4:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusate ma il'art. 98, comma 2, fa riferimento alle nascite avvenute all'estero, non a quelle in Italia. Forse art. 95?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Tiziana5838



Registrato: 20/08/12 11:18
Messaggi: 1891
Residenza: Lazio

MessaggioInviato: Gio 02 Gen 2014 - 1:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hai ragione, ma temo che il legislatore non avesse previsto sviste o "ignoranza" da parte delle direzioni sanitarie, pensando che solo all'estero potessero succedere attribuzioni errate di cognomi.
Io nell'art.98 c.2 RSC cmq leggo il ns potere diretto di intervento nei casi in cui ad un bambino cittadino italiano venga imposto un cognome non conforme alla legge italiana e in questo caso è stato fatto un errore clamoroso da parte dell'addetto del Centro Nascita. Inoltre tenendo presente le ormai molte circolari MIN che ci invitano a "semplificare" personalm. non mi farei problemi a correggere come sopra suggerito, anche per evitare disagi burocratici al bambino che verrebbe iscritto in APR direttam. con il cognome spettante per la legge italiana che per i citt. italiani nati in Italia è ancora abbastanza chiara ... (chissà per quanto però ...)
Top
Profilo Invia messaggio privato
diego



Registrato: 02/07/07 17:18
Messaggi: 13142
Residenza: mediglia

MessaggioInviato: Ven 03 Gen 2014 - 7:56 am    Oggetto: Rispondi citando

l'articolo 98 comma 2 su atti redatti da altro ufficiale di stato civile italiano (art. 8 rsc)? mh... propendo per art. 95 io pure.
_________________
Diego Mosè Moro
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it