Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
L. 12 novembre 2011, n. 183 - art. 15.
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4 ... 45, 46, 47  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
TIZZYTIZZY
5838





MessaggioInviato: Mer 23 Nov 2011 - 10:21 am    Oggetto: Rispondi citando

Va beh adesso non esagerare. Il D.30/2007 è sempre vigente e ci ha assegnato il compito di istruire le pratiche dei citt.U.E. In particolare il rilascio del permanente prevede una serie di casistiche ed è per forza di cose che va fatta un'istruttoria alla fine della quale va rilasciato qualcosa, per praticità, altrim. il povero citt.U.E dovrebbe andare in giro con quanti pezzi di carta x dimostrare che ha il diritto permanente? E pur andando in giro con questa pignetta di documenti quanti saprebbero valutarglieli?
Top
Ospite
5b8e





MessaggioInviato: Gio 15 Dic 2011 - 4:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Si chiede quali potrebbero essere i certificati rilasciati a privati in esenzione di bollo
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49556

MessaggioInviato: Ven 16 Dic 2011 - 7:15 am    Oggetto: Rispondi citando

Trascurando quelli di stato civile in quanto esenti oggettivamente, per i certificati anagrafici quelli che debbano essere prodotti, per previsione di legge/regolamento, in uno dei procedimenti propri di una P.A. elencati nella Tabella allegato B) al dPR 26/10/1972, n. 642, in tal caso indicando esplicitamente, la singola e specifica norma che, caso per caso, trovi applicazione.
Considerando, oltretutto, come le modifiche introdotte, dal 1/1/2012, comportino un sostanziale obbligo di acquisizione d'ufficio, la questione viene ad assumere altre connotazioni non essendo più ammissibile una richiesta delle persone di atti /documenti da presentare alle P.A., cosa che, probabilmente, motiva l'intervento precedente.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
5b8e





MessaggioInviato: Sab 17 Dic 2011 - 7:44 am    Oggetto: Rispondi citando

Un privato si presenta allo sportello chiedendo uno stato di famiglia uso assegni familiari da consegnare al datore di lavoro, è legittimo rilasciarlo in esenzione di bollo ovviamente con la dicitura "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi"?
Top
AndreaOB



Registrato: 26/11/09 11:46
Messaggi: 272

MessaggioInviato: Sab 17 Dic 2011 - 8:15 am    Oggetto: Rispondi citando

Anonymous ha scritto:
Un privato si presenta allo sportello chiedendo uno stato di famiglia uso assegni familiari da consegnare al datore di lavoro, è legittimo rilasciarlo in esenzione di bollo ovviamente con la dicitura "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi"?


Assolutamente NO!

Lo stato di famiglia per assegni famigliari viene richiesto si dai datori di lavoro, ma al fine dell'INPS...quindi dal 01/01/2012 questi certificati non esisteranno 'sostanzialmente' più.

I vari usi INPS, INPDAP, certificati per uso tributario (art. 5), cert. per permesso di soggiorno, cert. per cittadinanza ecc....non dovranno essere più rilasciati alle persone, ma solo acquisiti d'ufficio dalle competenti amministrazioni.

Invece altro discorso, per i cert. richiesti dagli organi giurisdizionali, che come noto non rientrano nella competenza deldpr 445/2000.

Cordiali saluti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nonnus



Registrato: 07/09/11 07:00
Messaggi: 60
Residenza: Provincia di Treviso

MessaggioInviato: Sab 17 Dic 2011 - 3:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

AndreaOB ha scritto:


[...] per cittadinanza


Su questi certificati non sarei così sicuro: l'art. 1, c. 3 del D.P.R. 18-4-1994 n. 362 potrebbe essere considerato norma speciale e quindi non derogato dalla L. 183/2011 che è certamente una norma generale, secondo il principio che una norma speciale non è modificata/abrogata da norma generale posteriore. Essendo una questione interpretativa sarebbe opportuno un intervento chiarificatore del Ministero, anche per garantire uniformità di applicazione. Mi piacerebbe conoscere anche il parere di altri colleghi.
Saluti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49556

MessaggioInviato: Sab 17 Dic 2011 - 3:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Questione interessante .... Avrei una mia ideuccia, non proprio omogenea a qualla ipotizzata da Nonnus, ma si condivide l'esigenza che il MIN (Citt.) formuli qualche indicazione, magari ricordando 8se valga la mia opinione) che le Prefetture-UtG debbano acquisre d'ufficio ...., ovviamente per gli atti / documenti da rilasciarsi in Italia. Del resto, gia' dal 1997, cioì' dopo la L. 127/1997, molte delle "cose" da allegare (prima) a queste domande, sono divenute probabili a mezzo di dichiarazioni sostitutive ...., oggetot di controlli e/o verifiche.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
MARI-E



Registrato: 28/04/08 06:55
Messaggi: 547

MessaggioInviato: Mer 21 Dic 2011 - 10:26 am    Oggetto: Rispondi citando

Scusate ma non capito: "Dobbiamo riportare la dicitura ."Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi" anche nei certificati di stato civile ed anche nei certificacati anagrafici che il cittadino ci chiede in marca da bollo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
pieretto
5056





MessaggioInviato: Mer 21 Dic 2011 - 10:54 am    Oggetto: Rispondi citando

non solo, anche per quelli in esenzione
Top
Nenna
5268





MessaggioInviato: Mer 21 Dic 2011 - 10:59 am    Oggetto: Rispondi citando

Mumble, mumble... il cittadino può ancora richiederli in esenzione?
Top
MARI-E



Registrato: 28/04/08 06:55
Messaggi: 547

MessaggioInviato: Mer 21 Dic 2011 - 11:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Ma a tutte le società di recupero crediti dobbiamo rilasciare i certificati con la marca da bollo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49556

MessaggioInviato: Mer 21 Dic 2011 - 11:23 am    Oggetto: Rispondi citando

Come sempre e' stato fatto, non potendosi, legittimamente, operare diversamente (art. 1 Tariffa, Parte 1^ allegato A) al dPR 26/10/1972, n. 642).
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
5174





MessaggioInviato: Mer 21 Dic 2011 - 12:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bene. A tutti quindi solo certificati in bollo. Sostanzialmente, e non essendo giurista nè avvocato, ma semplice impiegato cat.b a 1100 euro al mese, mi sembra di aver capito così.
Tra l'altro la finiranno anche di richiedere SdF per ISEE. ISE e quant'altro, ponendo forse fine all'annosta questione stato di famiglia-nucleo familiare.
Forse.
Salvo che ho letto che il dott.Minardi si sta attivando presso il Ministero per una delucidazione e circolare esplicativa. Se è come quella della Proroga CI siamo freschi.
Top
pieretto
5056





MessaggioInviato: Mer 21 Dic 2011 - 12:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

ehi, per caso, hanno abolito anche tutte le esenzioni? non mi pare che ci sia scritto questo, ho letto di un divieto di produrli (=portarli) ad un altra P.A. che è cosa ben diversa dal divieto di rilasciarli. E se una persona se lo vuol fare in esenzione , che ne so, per uso esproprio perchè il geometra che cura le pratiche e poi non lo porta all'altra P.A (perchè vietato) ma se lo tiene nel suo studio oppure perchè vuole farsi un bel quadro da mettere in camera, non glielo fai? l'esenzione inerisce al procedimento e non al destinatario del certificato.
Ma per eliminare tutti questi problemi non basterebbe mettere i dati in un unico pubblico registro (accessibile ovviamente con cautele da chiunque) come l'ina-saia, visto che poi l'anagrafe è su base statale (articolata invero su 8100 comuni) ?
Top
Ospite
d4d2





MessaggioInviato: Mer 21 Dic 2011 - 12:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Scusate ma non capito: "Dobbiamo riportare la dicitura ."Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi" anche nei certificati di stato civile ed anche nei certificacati anagrafici che il cittadino ci chiede in marca da bollo?

Lapsus Freudiano?
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4 ... 45, 46, 47  Successivo
Pagina 3 di 47

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2014 phpBB Group
phpbb.it