Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Smarrimento C.I. studente fuori sede
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
pieretto
5056





MessaggioInviato: Gio 24 Mag 2012 - 12:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

è vero non siamo notai ( si vede anche dalla differenza di reddito) e pertanto la legge sul notariato non si applica agli impiegati dell'anagrafe: anche la prefettura di siena in una sua ciroclare del 2011 ha colto questo punto non prevedendo l'utilizzo di testimoni per l'identificazione. Compito questo, invero, della polizia. Poi mi chiedo anch'io come facciano a identificare un soggetto totalmente privo di documenti, ma rimane un problema loro..
Top
TIZZYTIZZY
5838





MessaggioInviato: Gio 24 Mag 2012 - 2:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Va beh ... Pierè se ragionassimo come la Prefettura di Siena non dovremmo fare neanche le C.I ai minori. Non vedo perchè i genitori possono essere testimoni dell'identità dei figli e altri casi non possono essere risolti così. Una volta abbiamo mandato un Tizio dai Carabinieri (da noi c'è solo la Caserma CC) perchè non aveva documenti e non aveva persone da presentare in tempi brevi come testimoni; questi lo hanno rimandato da noi dicendoci che non erano competenti all'identificazione di una persona SOLO ai fini della C.I. ... della serie se fosse stato un delinquente e dovevano fargli un fermo di polizia bene se no ciccia .. Confused
Top
maurito
82c0





MessaggioInviato: Gio 24 Mag 2012 - 7:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

TIZZYTIZZY ha scritto:
Pierè se ragionassimo come la Prefettura di Siena non dovremmo fare neanche le C.I ai minori. Non vedo perchè i genitori possono essere testimoni dell'identità dei figli e altri casi non possono essere risolti così.


Esatto! Sembra talvolta che si consideri un cartellino come una sorta di custode di una identità al di sopra di ogni testimonianza, facendo sì che si adombrino atteggiamenti mentali al limite della venerazione. Ma non è così: anche il cartellino stesso è formato su indicazioni testimoniali, all'origine per così dire. Ogni nostra identità è esclusivamente formata per testimonianza, almeno in origine, anche alla stessa nascita, e in una qualche fase successiva durante la nostra minore età. E di lì in poi, si può "tramandare" tramite carte e cartellini. Resi non reperibili i quali, beh, la legge non prevede altro che un ritorno al sistema che in origine aveva reso fattibile identificare quella ... identità.

Ed è giusto, appunto, che a rischiare i guai peggiori sia chi testimonia il falso, o testimonia riguardo a ciò che non può conoscere. La testimonianza è un punto fondante, legante delle società di uomini, fin da tempi molto antichi (in non pochi testi sacri era indicata come da sola sufficiente a mandare a morte qualcuno). Anche oggi può costituire fonte di prova. Testimoniare qualcosa come un'identità è un'azione molto gravosa e pregna di conseguenze, e quindi da fare più che responsabilmente.

Questo per dire che, comunque, quando si parla di "due testimoni" non stiamo parlando di bruscolini. In talune situazioni estreme io riterrei più affidabile due testimonianze che un documento, per esempio.
Top
Verdina



Registrato: 08/11/08 21:59
Messaggi: 10

MessaggioInviato: Lun 28 Mag 2012 - 4:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Finalmente mio figlio ha la nuova C.I.
Venerdì mattina ha ricevuto la tanto attesa telefonata dell'ufficio anagrafe di Torino.
Ovvio che hanno chiesto se avesse con sè 2 testimoni, ma mio figlio tira fuori la tessera universitaria con foto e li informa che è un documento rilasciato da un ente statale di Torino, l'impiegata gli risponde "ah...sì.....allora va bene questo"!!!!!!!
L'ultima chicca dell'impiegata dell'ufficio anagrafe di Torino: chiede a mio figlio l'indirizzo e il numero interno dell'appartamento. Gli appartamenti della palazzina in cui vive non hanno numeri interni, comunque mio figlio le dice che vive in uno dei 3 appartamenti del primo piano. La signora allora gli chiede quanti appartamenti ci sono in quella palazzina. Mio figlio la guarda stupito e poi le risponde che non possiede la piantina dello stabile...... La signora scrive qualcosa al computer e poi gli rilascia la Carta d'identità.
Qualcuno potrebbe illuminarmi sul perchè l'impiegata chiede il numero di appartamenti di uno stabile ai fini del rilascio di una C.I.???
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sman



Registrato: 15/02/07 13:15
Messaggi: 836
Residenza: Giù al Nord

MessaggioInviato: Mar 29 Mag 2012 - 10:44 am    Oggetto: Rispondi citando

Probabilmente suo figlio riceverà a breve una visita di un messo comunale.
_________________
La via dell'inferno è lastricata di buone intenzioni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
pendolare ciclista
d5fe





MessaggioInviato: Mar 29 Mag 2012 - 10:59 am    Oggetto: Rispondi citando

In un mese il ragazzo non è mai tornato a casa, dove risiede?
Top
Ospite
4f10





MessaggioInviato: Mar 29 Mag 2012 - 2:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Se avessi letto il post originale, lo sapresti.
Top
ah ah ah
d5fe





MessaggioInviato: Mar 29 Mag 2012 - 4:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cool Fuori Sede in che provincia è?
Top
Ospite
4f10





MessaggioInviato: Mar 29 Mag 2012 - 4:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

FS
Top
Verdina



Registrato: 08/11/08 21:59
Messaggi: 10

MessaggioInviato: Mer 30 Mag 2012 - 10:07 am    Oggetto: Rispondi citando

Sicilia. Il proprietario ha stipulato e registrato regolare contratto di affitto, credo che basti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
maurito
c087





MessaggioInviato: Mer 30 Mag 2012 - 2:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Signora, forse dopo numerosi interventi ancora non le sono del tutto chiare alcune questioni. All'Anagrafe interessa ben poco della regolarità del contratto perché non è questo il tipo di funzione che svolge (per inciso, ma che altro contratto si vorrebbe poi "vantare" se non uno regolare?). Ma sicuramente essa ha interesse alle situazioni ... anagrafiche di ciascuno. Secondo la legge, le è stato detto e ridetto ed è stato scritto e riscritto su questo forum ma forse non lo ha recepito del tutto, la registrazione anagrafica deve corrispondere alla dimora abituale. Secondo lei, nel caso di suo figlio, dove essa consta? Se quindi viene ravvisata quella che appare essere un'incongruenza, è chiaro ed anche logico (e doveroso) che l'ufficio in questione approfondisca.

Lei, prima, forse giustificatamente, ha lamentato una durata del procedimento non consona alla situazione, sulla base della sua percezione di un diritto che deve essere assecondato nei modi e tempi che sono percepibili "ragionevoli". Per lo stesso motivo, non potrà che accogliere di buon grado se l'Amministrazione si adoperasse nel nome della conformità alla legalità. Ognuno deve fare la propria parte, anche il cittadino.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it