Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
ESENZIONE DAL BOLLO
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ospite
5e8a





MessaggioInviato: Ven 24 Feb 2012 - 7:59 am    Oggetto: Rispondi citando

Proprio ieri un avvocato per telefono vuole una conferma di residenza, mi rifiuto e ho detto le solite cose richiedere certificato di resdidenza marca da bollo ecc., lui si è arrabiato parecchio dicendo che sono l'unico Comune che chiede tale cose e che sono una persona "sgradevole", se fosse stato a portata di mani non so cosa avrei fatto, possibile che per uno stipendio misero si debba combattere giornalmente e farsi venire mal di fegato. Scusatemi dello sfogo.
Top
Impiegato demoralizzato
d9dd





MessaggioInviato: Ven 24 Feb 2012 - 9:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Anonymous ha scritto:
Proprio ieri un avvocato per telefono vuole una conferma di residenza, mi rifiuto e ho detto le solite cose richiedere certificato di resdidenza marca da bollo ecc., lui si è arrabiato parecchio dicendo che sono l'unico Comune che chiede tale cose e che sono una persona "sgradevole", se fosse stato a portata di mani non so cosa avrei fatto, possibile che per uno stipendio misero si debba combattere giornalmente e farsi venire mal di fegato. Scusatemi dello sfogo.


Ti comprendo benissimo!!! Cerchiamo di far rispettare la legge e siamo insultati e trattami male; E NESSUNO CI DIFENDE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Top
Impiegato demoralizzato
d9dd





MessaggioInviato: Ven 24 Feb 2012 - 9:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Nenna ha scritto:
Impiegato demoralizzato ha scritto:
BUONGIORNO. E' mai possibile che noi, semplici impiegati, dobbiamo scervellarci per capire se le richiesta di certificati richiesti da privati in esenzione di bollo (e talvolta diritti), sono legittime? Uno studio legale mi chiede "comunicazione dell'indirizzo" di cittadino quì residente. Mi indica, che il certificato sarò utilizzato in un procedimneto penale (atto di intimazione a testimonio), ai sensi e per gli effetti del DPR 642/1972, Tab. B, art. 3 e dell'art. 18 del T.U. DPR 115/2002 e che esso è esente dall'imposta di bollo e dei diritti di segreteria. Come mi consigliate di procedere? Grazie


Atto di intimazione... mi sa tanto di certificato di residenza per notifica... E come scrivo sempre agli avvocati:
Circolare Ministero dell’Interno - Direzione Centrale per i Servizi Demografici n. 11/2003
quesito Ministero dell’Interno - Direzione Centrale per i Servizi Demografici del 01.06.2006
risoluzione Ministero delle Finanze n. 450825 del 10.11.1990
circolare Agenzia delle Entrate - Direzione regionale Piemonte n. 04/27442 del 26.05.2004


Grazie Nenna. E come ti rispondono?
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49644

MessaggioInviato: Ven 24 Feb 2012 - 4:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Su quasi 8.100 (ma sono un po' meno) comuni, ciascuno di essi e' ... l'unico comune ..... (Constatazione).
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Impiegato demoralizzato
d9dd





MessaggioInviato: Mer 29 Feb 2012 - 4:19 pm    Oggetto: Re: Forse no Rispondi citando

AndreaOB ha scritto:
pak ha scritto:
Non so, ho riletto l'articolo in questione e sono piuttosto confuso. E' la parola "antecedente" che mi ha messo in crisi e che pensavo mi fosse sfuggita, ma forse mi sono allarmato per niente. Riporto parte dell'articolo:

18. (L) Non applicabilità dell'imposta di bollo nel processo penale e nei processi in cui è dovuto il contributo unificato.
[....] Atti e provvedimenti del processo sono tutti gli atti processuali, inclusi quelli antecedenti, necessari o funzionali.


Ma la notifica di atti giudiziari è o no un provvedimento antecedente?



Ciao questo è uno stralcio della lettera che mandiamo ai vari studi legali che camuffano la notific ex art 3.. ed ex art. 18dpr 115

art. 3".......
- I certificati vengono emessi in bollo salvo che ne sia indicata, nella richiesta, una causa di esenzione prevista dalle norme vigenti (d.P.R 26.10.72 n. 642; D.M. 30.12.82 n. 955 e succ. modif.) ed a patto che tale causa di esenzione sia applicabile al caso concreto.
- Nella Vs. richiesta viene invocato l’art. 3 della Tab. all. B al d.P.R. n. 642/72; tuttavia, l’uso da Voi indicato non sembra corretto e pertinente, in quanto ben difficilmente un certificato anagrafico può rientrare nella casistica prevista dall’art. 3 della Tab. all. B al d.P.R. n. 642/72 e successive modificazioni. Infatti, come ha avuto modo di precisare in varie circostanze l’Agenzia delle entrate del Ministero delle Finanze, i certificati anagrafici sono atti prodromici ai documenti, atti e provvedimenti dei procedimenti giurisdizionali elencati dal citato art. 3. L’unico caso in cui un certificato anagrafico “potrebbe” risultare esente dall’imposta di bollo è quello previsto dall’ultima parte dell’art. 3 da Voi citato e cioè qualora si trattasse di “documento prodotto nel procedimento penale dall’imputato o incolpato”.
Si chiede pertanto di precisare meglio l’utilizzo del certificato richiesto che, come detto, è esente dal bollo solo se utilizzato per essere “prodotto nel procedimento penale” e non certo se utilizzato per finalità diverse, quali ad esempio: recupero crediti, notifica atti giudiziari, ingiunzioni, ecc."

art. 18 dpr 115

- Nella Vs. richiesta viene invocato l’art. 18 del D.P.R. 30.05.2002 n. 115; tuttavia, l’uso da Voi indicato non sembra corretto e pertinente. È stato chiarito dall’Agenzia delle entrate (cfr. Agenzia delle entrate, Direzione generale del Piemonte, Ufficio fiscalità generale - 26 maggio 2004, n. 04/27442) che “la richiesta dei suddetti certificati anagrafici non risulta funzionale allo svolgimento del processo per cui gli stessi non possono essere rilasciati in esenzione da imposta di bollo”. Ciò significa, in pratica, che non può rientrare fra gli atti “antecedenti, necessari o funzionali” ai processi, il certificato anagrafico richiesto al fine di individuare la residenza del convenuto e permettere la notificazione allo stesso dell’atto di citazione e degli altri atti giudiziari che a lui devono obbligatoriamente essere resi noti.


Cordiali saluti


Per AndreaOB. Qual'è il testo completo della lettera? Grazie
Top
Marzia2
5707





MessaggioInviato: Mar 27 Mar 2012 - 7:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Nenna ha scritto:
Impiegato demoralizzato ha scritto:
BUONGIORNO. E' mai possibile che noi, semplici impiegati, dobbiamo scervellarci per capire se le richiesta di certificati richiesti da privati in esenzione di bollo (e talvolta diritti), sono legittime? Uno studio legale mi chiede "comunicazione dell'indirizzo" di cittadino quì residente. Mi indica, che il certificato sarò utilizzato in un procedimneto penale (atto di intimazione a testimonio), ai sensi e per gli effetti del DPR 642/1972, Tab. B, art. 3 e dell'art. 18 del T.U. DPR 115/2002 e che esso è esente dall'imposta di bollo e dei diritti di segreteria. Come mi consigliate di procedere? Grazie


Atto di intimazione... mi sa tanto di certificato di residenza per notifica... E come scrivo sempre agli avvocati:
Circolare Ministero dell’Interno - Direzione Centrale per i Servizi Demografici n. 11/2003
quesito Ministero dell’Interno - Direzione Centrale per i Servizi Demografici del 01.06.2006
risoluzione Ministero delle Finanze n. 450825 del 10.11.1990
circolare Agenzia delle Entrate - Direzione regionale Piemonte n. 04/27442 del 26.05.2004


L'atto di intimazione testi non va notificato dall'ufficiale giudiziario ma spedito per raccomandata e il certificato di residenza è indispensabile per validare l'inoltro (nel caso torni indietro con la dicitura "destinatario sconosciuto" o "indirizzo inesatto") pena veder rinviare l'udienza per mancata convocazione del teste...
in questo caso per come la vedo io è un certificato antecedente... ma magari sbaglio a decifrare l'articolo...
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49644

MessaggioInviato: Mer 28 Mar 2012 - 6:35 am    Oggetto: Rispondi citando

Indispensabile o utile?
Sarebbe prescritto dal codice di procedura, oppure questo prevede la notifica ...?
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zero



Registrato: 05/05/10 10:51
Messaggi: 324

MessaggioInviato: Mar 10 Apr 2012 - 2:03 pm    Oggetto: Esenzione da bollo Rispondi citando

Alcuni colleghi, alla richiesta dei cittadini di certificati (per uso privato...) in carta libera, mostrano una tabella indicante le varie esenzioni dall'imposta di bollo. E' corretto? Confused
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49644

MessaggioInviato: Mer 11 Apr 2012 - 6:22 am    Oggetto: Rispondi citando

.... neppure vietato, anche se ....
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
MARI-E



Registrato: 28/04/08 06:55
Messaggi: 547

MessaggioInviato: Mer 11 Apr 2012 - 11:04 am    Oggetto: Rispondi citando

Solo oggi ho visto i suddetti interventi, grazie agli intervenuti perchè i suggerimenti sono molto esaustivi, purtroppo per AndreaOB sappi che copiero' lo stralcio della tua lettera ..... è meravigliosa. ciao a tutti
Top
Profilo Invia messaggio privato
pieretto
5056





MessaggioInviato: Mer 11 Apr 2012 - 11:22 am    Oggetto: Rispondi citando

perchè non si può mostrare la tabella delle esenzioni al pubblico..?? la PA deve essere sempre più vicina al cittadino inerme che ha bisogno di risparmiare soldi e quindi di semplificare la sua vita ... e noi dobbiamo anche suggerire anche qual'è l'esenzione migliore, per evitare problemi con eventuali controlli posteriori ... io le esenzioni le mando a casa insieme all'avviso della scadenza della carta d'identità con gli auguri per il compleanno e le scrivo anche sul sito internet facebook del comune così sono molto giovanile e vicino alla cittadinanza, perchè li agevolo. e così sono sempre benvoluto e molto amato e poi mi mandano tanti cioccolatini e anche pandorini a natale
Top
MARI-E



Registrato: 28/04/08 06:55
Messaggi: 547

MessaggioInviato: Mer 18 Apr 2012 - 1:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sempre la solita divergenza di opinioni fra colleghi: Ci perviene richiesta di conferma indirizzo da parte della Ditta "Wis Muller & C di Milano" che ci chiede l'indirizzo di una nostra residente dichiarando l'uso "per controversie in materia di lavoro ai sensi dell'art. 12 Dpr 672/42 Tab. B" Io l'avevo in principio stoppata riservandomi di chiedergli il bollo oppure copia dell'autocertificazione dell'interessata, mentre la mia collega in quattro e quattrotto l'ha evasa. Quasi sicuramente sarò io in torto (ormai mi metto in discussione sempre ................. ) MA MI PIACEREBBE AVERE ANCHE LA VOSTRA OPINIONE
Top
Profilo Invia messaggio privato
CHICCA64



Registrato: 10/11/08 16:17
Messaggi: 197
Residenza: SUSA

MessaggioInviato: Mer 18 Apr 2012 - 1:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mari-e io avrei fatto come te
anche perchè se la ditta avesse accettato l'autocertificazione non ti avrebbe citato quell'uso ma avrebbe dovuto inviare copia dell'autocertificazione e chiedere conferma
Vorrei anche aggiungere che, a parer mio, è importantissimo essere a conoscenza della data in cui l'autocertificazione è stata resa dall'interessato, perchè allo stato attuale potrebbero essere intercorse variazioni rispetto alla data della dichiarazione
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
MARI-E



Registrato: 28/04/08 06:55
Messaggi: 547

MessaggioInviato: Mer 18 Apr 2012 - 3:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie CHICCA64, mi suggeriresti anche come far cambiare idea alla mia super collega che in un baleno, CON LE SUE OPINIONI, ha distrutto il lavoro di 4 mesi in cui, noi altri sportellisti, eravamo riusciti a stoppare il rilascio dei certificati in esenzioni dal bollo ....... da parte di società private, che dichiarano usi inveritieri solo per aggirare l'ostacolo della fiscalizzazione dei certificati anagrafici.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MARI-E



Registrato: 28/04/08 06:55
Messaggi: 547

MessaggioInviato: Gio 19 Apr 2012 - 10:47 am    Oggetto: Rispondi citando

Disperata............ nessuno mi ha mandato un suggerimento e quindi mi trovo sola in una battaglia persa con la collega. Da oggi, secondo la SUA interpretazione, di nuovo certificati anagrafici in esenzione dal bollo a tutti salvo che mi dichiarino un'esenzione qualsiasi ai sensi della tabella allegato B al Dpr 642/1972. Ma le sbaglio sempre tutte ...........................
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 2 di 9

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2014 phpBB Group
phpbb.it