Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
VERBALI LEGGE 104 E INVALIDITA' CIVILE

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Pubblico impiego
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Giulya



Registrato: 16/02/11 19:05
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Mer 13 Apr 2011 - 7:33 pm    Oggetto: VERBALI LEGGE 104 E INVALIDITA' CIVILE Rispondi citando

Dopo tredici mesi ho ricevuto i verbali sanitari e riporto quanto c'è scritto:
LEGGE 104: PORTATORE DI HANDICAP NON IN SITUAZIONE DI GRAVITA'.
INVALIDITA' CIVILE: INVALIDO CON LA RIDUZIONE PERMANENTE DELLA CAPACITA' LAVORATIVA PARI AL 50%.
Lavoro nella scuola pubblica, sono affetta da patologia invalidante e progressiva e in tutto questo tempo la situazione si è aggravata e dovrò fare domanda di aggravamento, ma la cosa che mi preoccupa e che essendo l'ultima in graduatoria sarò trasferita in altra sede con maggiori disaggi. Questi verbali mi conviene presentarli? Che agevolazioni posso avere? Possono essere utili per ottenere l'esonero o una riduzione di carico di lavoro? Grazie.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Prof. Maurizio



Registrato: 24/06/08 12:50
Messaggi: 3436

MessaggioInviato: Mer 13 Apr 2011 - 8:01 pm    Oggetto: Re: VERBALI LEGGE 104 E INVALIDITA' CIVILE Rispondi citando

Giulya ha scritto:
Dopo tredici mesi ho ricevuto i verbali sanitari e riporto quanto c'è scritto:
LEGGE 104: PORTATORE DI HANDICAP NON IN SITUAZIONE DI GRAVITA'.
INVALIDITA' CIVILE: INVALIDO CON LA RIDUZIONE PERMANENTE DELLA CAPACITA' LAVORATIVA PARI AL 50%.
Lavoro nella scuola pubblica, sono affetta da patologia invalidante e progressiva e in tutto questo tempo la situazione si è aggravata e dovrò fare domanda di aggravamento, ma la cosa che mi preoccupa e che essendo l'ultima in graduatoria sarò trasferita in altra sede con maggiori disaggi. Questi verbali mi conviene presentarli? Che agevolazioni posso avere? Possono essere utili per ottenere l'esonero o una riduzione di carico di lavoro? Grazie.


Secondo quanto lei ha riportato può eventualmente solo avere l'esclusione dal controllo fiscale relativamente alle assenze per malattia riconducibili o correlate alla patologia invalidante.

Per non essere trasferita d'ufficio occorreva un grado di invalidità suo. ai 2/3 (67% min.) unitamente all'handicap (grave o non grave).

Per il carico lavorativo o limitazioni alla mansione il verbale di invalidità o la legge 104 non ha titolo per la riduzione, nel caso specifico l'organismo sanitario alla valutazione è la Commissione di Verifica del Min. del Tesoro.

Inoltre se lei avesse avuto il riconoscimento dell'art. 3 comma 3 L.104/92
(PORTATORE DI HANDICAP IN SITUAZIONE DI GRAVITA') avrebbe avuto
la riduzione oraria del servizio (2 ore al giorno o 1 ore per orari giornalieri inferiori alle 6 ore di servizio).

Pertanto se lei presenta tali verbali ha solo l'esclusione dal controllo fiscale durante la malattia per problemi correlati all'invalidità.

Salve.

Maurizio.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Giulya



Registrato: 16/02/11 19:05
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Mer 13 Apr 2011 - 8:17 pm    Oggetto: Re: VERBALI LEGGE 104 E INVALIDITA' CIVILE Rispondi citando

Prof. Maurizio ha scritto:
Giulya ha scritto:
Dopo tredici mesi ho ricevuto i verbali sanitari e riporto quanto c'è scritto:
LEGGE 104: PORTATORE DI HANDICAP NON IN SITUAZIONE DI GRAVITA'.
INVALIDITA' CIVILE: INVALIDO CON LA RIDUZIONE PERMANENTE DELLA CAPACITA' LAVORATIVA PARI AL 50%.
Lavoro nella scuola pubblica, sono affetta da patologia invalidante e progressiva e in tutto questo tempo la situazione si è aggravata e dovrò fare domanda di aggravamento, ma la cosa che mi preoccupa e che essendo l'ultima in graduatoria sarò trasferita in altra sede con maggiori disaggi. Questi verbali mi conviene presentarli? Che agevolazioni posso avere? Possono essere utili per ottenere l'esonero o una riduzione di carico di lavoro? Grazie.


Secondo quanto lei ha riportato può eventualmente solo avere l'esclusione dal controllo fiscale relativamente alle assenze per malattia riconducibili o correlate alla patologia invalidante.

Per non essere trasferita d'ufficio occorreva un grado di invalidità suo. ai 2/3 (67% min.) unitamente all'handicap (grave o non grave).

Per il carico lavorativo o limitazioni alla mansione il verbale di invalidità o la legge 104 non ha titolo per la riduzione, nel caso specifico l'organismo sanitario alla valutazione è la Commissione di Verifica del Min. del Tesoro.

Inoltre se lei avesse avuto il riconoscimento dell'art. 3 comma 3 L.104/92
(PORTATORE DI HANDICAP IN SITUAZIONE DI GRAVITA') avrebbe avuto
la riduzione oraria del servizio (2 ore al giorno o 1 ore per orari giornalieri inferiori alle 6 ore di servizio).

Pertanto se lei presenta tali verbali ha solo l'esclusione dal controllo fiscale durante la malattia per problemi correlati all'invalidità.

Salve.

Maurizio.


Grazie per la sua risposta. Mi conferma che non ho nessuna precedenza neanche per la sede? Vorrei fare subito domanda di aggravamento, o è meglio aspettare un pò di tempo?
Dimenticavo l'esenzione del controllo fiscale ce l'ho già per la patologia.
Attualmente m'interessa la precedenza nell'assegnazione della sede, altrimenti nelle mie condizioni rischio di non poter più lavorare perchè a settembre verrò trasferita in altra sede distante dal mio domicilio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Prof. Maurizio



Registrato: 24/06/08 12:50
Messaggi: 3436

MessaggioInviato: Gio 14 Apr 2011 - 6:35 pm    Oggetto: Re: VERBALI LEGGE 104 E INVALIDITA' CIVILE Rispondi citando

Giulya ha scritto:


Grazie per la sua risposta. Mi conferma che non ho nessuna precedenza neanche per la sede? Vorrei fare subito domanda di aggravamento, o è meglio aspettare un pò di tempo?
Dimenticavo l'esenzione del controllo fiscale ce l'ho già per la patologia.
Attualmente m'interessa la precedenza nell'assegnazione della sede, altrimenti nelle mie condizioni rischio di non poter più lavorare perchè a settembre verrò trasferita in altra sede distante dal mio domicilio.


Si, lo confermo, non ha alcuna precedenza.

Per avere la precedenza dovrebbe rientrare in:

- art. 21 L.104/92 (cioè invalidità al 67%min + handicap anche non grave)

oppure

- art. 3 comma 3 L.104/92 (cioè handicap grave).

Per l'aggravamento occorre saper documentare nuove patologie o l'aggravarsi delle preesistenti. In tal senso, se lo ritiene utile, può contattarmi in privato, in tutta gratuità, per consigliarla.

Le consiglio comunque di contattarmi perchè potrebbe esserci la remota possibilità di rientrare comunque nell'art. 21 L.104/92 (condizione che le offre la precedenza e l'esclusione dal soprannumero) se la sua disabilità dovesse rientrare nelle categorie previste dallo stesso art. 21 L.104/92 relative alla tabella annessa alla della Legge 10 agosto 1950, n. 648
(G.U. 1 settembre 1950, n. 200). In tal caso occorre entrare in merito alla sua situazione e può contattarmi in tutta gratuità.

Salve.

Maurizio.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Pubblico impiego Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2014 phpBB Group
phpbb.it