Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Composizone Giunta Comunale sotto i 10.000 abitanti
Vai a 1, 2  Successivo
 
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> I Consiglieri Comunali si incontrano
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
bigfly



Registrato: 30/10/09 09:18
Messaggi: 6
Residenza: Cogoleto

MessaggioInviato: Dom 28 Nov 2010 - 6:43 pm    Oggetto: Composizone Giunta Comunale sotto i 10.000 abitanti Rispondi citando

Buongiorno a tutti, gradivo essere edotto di quanto segue.

Il prossimo anno (2011), nel mio comune si svolgeranno le elezioni amministrative, in questo comune la popolazione residente è di circa 9.380 abitanti (pertanto sotto i 10.000).

Gradivo sapere:

1) Quale è la Legge aggiornata, con eventuali articoli e commi, che specifica ii numero dei componenti della Giunta Comunale ?

2) Chiedo inoltre se qualcuno ne è gia al corrente, la Giunta dovrà essere composta di 10 componenti per la maggioranza e 4 per l'opposizone, oppure, di 9 componenti per la maggioranza e 3 per l'opposizione ?

Grazie a quanti potranno darmi informazioni in merito.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mick2
3e7b





MessaggioInviato: Lun 29 Nov 2010 - 7:39 am    Oggetto: Rispondi citando

http://www.comuni.it/servizi/forumbb/viewtopic.php?t=75316
Top
mick2
3e7b





MessaggioInviato: Lun 29 Nov 2010 - 7:53 am    Oggetto: Rispondi citando

Per quanto riguarda invece i riferimenti legislativi:
per la composizione del consiglio (nel tuo quesito mi pare che confondi consiglio e giunta) art. 37 TUEL decreto legislativo 267/2000 con le modifiche, solo per i consigli in rinnovo dal 2011, introdotte dal comma 184 dell’art. 2, L. 23 dicembre 2009, n. 191, come modificato dall'art. 1, comma 1, D.L. 25 gennaio 2010, n. 2, convertito, con modificazioni, dalla L. 26 marzo 2010, n. 42.
per la composizione della giunta art. 47 TUEL decreto legislativo 267/2000, come modiifcato dal comma 23 dell’art. 2, L. 24 dicembre 2007, n. 244, e con le modifiche, solo per i consigli in rinnovo dal 2011, introdotte dal comma 185 dell’art. 2, L. 23 dicembre 2009, n. 191, come modificato dall'art. 1, comma 1-bis, lett. a) e b), D.L. 25 gennaio 2010, n. 2, convertito, con modificazioni, dalla L. 26 marzo 2010, n. 42.

Come già detto da qualcuno, visti i risultati, sarebbe meglio sostituire il ministero per la semplificazione normativa con il ministero per la stabilizzazione normativa...
Top
bigfly



Registrato: 30/10/09 09:18
Messaggi: 6
Residenza: Cogoleto

MessaggioInviato: Mar 30 Nov 2010 - 7:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie, questa pagina l'avevo letta anch'io ma non l'avevo ben capita.

Quindi la voce che riguarda il mio comune è :
consiglieri 12 nei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti (assessori 3);
in sintesi : 9 consiglieri per la maggioranza con (3 assessori) + 3 consiglieri per la minoranza.


Il numero degli assessori non potrà superare un quarto dei consiglieri (a loro volta ridotti del 20%); quindi, se ho capito bene il meccansimo degli arrotondamenti, funzionerebbe così:
- consiglieri 48 nei comuni con popolazione superiore ad un milione di abitanti (assessori 12);
- consiglieri 40 nei comuni con popolazione superiore a 500.000 abitanti (assessori 10);
- consiglieri 36 nei comuni con popolazione superiore a 250.000 abitanti (assessori 9);
consiglieri 32 nei comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti o che, pur avendo popolazione inferiore, siano capoluoghi di provincia (assessori ;
consiglieri 24 nei comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti (assessori 6);
consiglieir 16 membri nei comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti (asseosri 4);
consiglieri 12 nei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti (assessori 3);
consiglieri 9 negli altri comuni (assessori sempre 3).
Top
Profilo Invia messaggio privato
mick2
3e7b





MessaggioInviato: Mer 01 Dic 2010 - 6:49 am    Oggetto: Rispondi citando

No, alla maggioranza, come prima vanno i 2/3 dei seggi alla/e minoranza/e il restante 1/3 (art. 71.8 tuel): quindi su 12 consiglieri 8 alla maggioranza e 4 alla/e minoranza/e.
Top
Elan



Registrato: 01/07/03 05:49
Messaggi: 404

MessaggioInviato: Gio 16 Dic 2010 - 9:53 am    Oggetto: Rispondi citando

Mi sembra che sul numero di assessori non ci siamo: nei comuni con meno di 10000 e piu' di 3000 abitanti il numero di assessori è 4 e non 3.(un quarto dei consiglieri ridotto del 20% arrotondato all'unità superiore computando anche il sindaco: 20% di 13 = 3,25 arrot. a 4)
Top
Profilo Invia messaggio privato
mick2
3e7b





MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2010 - 8:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Io ragiono così:
comuni con popolazione fra 3.000 e 10.000 abitanti: composizione originaria da Tuel 16 consiglieri ridotto del 20 per cento "l’entità della riduzione è determinata con arrotondamento all’unità superiore"16-3,2 diventa 16-4= 12. 12/4= 3
Sbaglio?
Top
Cisco63



Registrato: 16/02/09 12:30
Messaggi: 2591
Residenza: Sardegna

MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2010 - 8:42 am    Oggetto: Rispondi citando

Non solo tu, anche secondo me è così, diversamente dove sarebbe la riduzione?
_________________
Vivi come se dovessi morire subito, pensa come se non dovessi morire mai
Top
Profilo Invia messaggio privato
gian carlo



Registrato: 26/01/11 20:33
Messaggi: 1

MessaggioInviato: Sab 29 Gen 2011 - 1:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Relativamente al comune da 3000 a 10000 abitanti per me non ci siamo
Le norme sono chiare ma l’interpretazione prevalente è contraria alla mia, ve la illustro.
l’articolo 37 comma 1 D.Lgs. 267/2000 (Testo Unico degli Enti Locali), dice che il Consiglio comunale è composto dal sindaco e, fra l’altro, da “16 membri nei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti [e non superiore a 10.000 abitanti]”, questo si desume dal combinato disposto fra lettera g) e lettera f);
La finanziaria 2010, in particolare l’articolo 2 comma 184 L. 191/2009, nel testo derivante dalla modifica di cui all’articolo 1 comma 1 del D.L. 2/2010 convertito, con modifiche, dalla L. 42/2010, dice che “in relazione alle riduzioni del contributo ordinario di cui al comma 183, il numero dei consiglieri comunali [e dei consiglieri provinciali] è ridotto del 20 per cento. L'entità della riduzione è determinata con arrotondamento all'unità superiore. Ai fini della riduzione del numero dei consiglieri comunali [e dei consiglieri provinciali] di cui al primo periodo non sono computati il sindaco [e il presidente della provincia]"
in altre parole, il sindaco fa parte del consiglio comunale ma il Legislatore non lo qualifica consigliere ai fini del computo dei consiglieri assegnati (secondo la ratio della vecchia Legge 81/1993, recante elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale)
tale circostanza è confermata dalla Finanziaria 2010 dall’espressione “ai fini della riduzione del numero dei consiglieri comunali … non sono computati il sindaco”, aggiunta, non per nulla, dalla legge di conversione del decreto correttivo, quindi c’è certezza.
Pertanto, con le elezioni del 2011, il consiglio comunale di un comune da 3 a 10 mila abitanti è formato da 13 unità (sindaco più dodici consiglieri); infatti:
16 – 20% = (16 – 3,2) quindi 16 – 4 = 12
Questo siccome il sindaco non è computato ai fini della riduzione (per la finanziaria) ma neppure lo è ai fini del numero di consiglieri asegnati (per il Testo Unico).
Relativamente agli assessori, l’articolo 47 D.Lgs. 267/2000, dice, “La Giunta comunale [e la Giunta provinciale] sono composte [rispettivamente] dal sindaco [e dal presidente della provincia], che le presiedono, e da un numero di assessori, stabilito dagli statuti, che non deve essere superiore a un terzo, arrotondato aritmeticamente, del numero dei consiglieri comunali e provinciali, computando a tale fine il sindaco e il presidente della provincia, e comunque non superiore a dodici unità".
L’articolo 2 comma 185 L. 191/2009, nel testo modificato dall’articolo 1 comma 1-bis del D.L. 2/2010 convertito, con modifiche, dalla L. 42/2010 dice che 185 “ìl numero massimo degli assessori comunali è determinato, per ciascun comune, in misura pari a un quarto del numero dei consiglieri del comune, con arrotondamento all’unità superiore. …. Ai fini di cui al presente comma, nel numero dei consiglieri del comune [e dei consiglieri della provincia] sono computati, [rispettivamente], il Sindaco [e il Presidente della provincia].
Allora:
13/4 = 3,25 quindi 4
Perché, se nel numero dei consiglieri a fini del computo (numeratore della frazione) devo contare il sindaco allora il numeratore è 13 e se arrotondo all’unità superiore è chiaro che il risultato è 4
La giunta, poi, è formata da cinque componenti perché l’articolo 47 comma 1, che è abrogato solo in relazione al calcolo del numero di assessori (un terzo è divenuto un quarto) è chiaro nel considerare il sindaco come soggetto separato dagli assessori nel novero della composizione della Giunta.
Il testo delle norme a me sembra chiaro, e, se non riflette l’intenzione del Legislatore che voleva ridurre di più, che esca una norma che ci chiarisca, a noi, che non capiamo, la certezza
Top
Profilo Invia messaggio privato
boooohhhhh
5836





MessaggioInviato: Lun 31 Gen 2011 - 8:50 am    Oggetto: Rispondi citando

in un comune di 3000 abitanti dove si avranno 9 consigleri + il sindaco,in caso di due liste i 9 consigleri come si distribuiscono tra maggioranza e minoranza ....7 maggioranza e 2 minoranza o 6 maggioranza e 3 minoranza ?????????'
Top
Cisco63



Registrato: 16/02/09 12:30
Messaggi: 2591
Residenza: Sardegna

MessaggioInviato: Lun 31 Gen 2011 - 11:34 am    Oggetto: Rispondi citando

I 2/3 alla maggioranza (sei) e 1/3 alla minoranza (tre).
_________________
Vivi come se dovessi morire subito, pensa come se non dovessi morire mai
Top
Profilo Invia messaggio privato
cassax
5836





MessaggioInviato: Lun 31 Gen 2011 - 11:38 am    Oggetto: Rispondi citando

margini troppo ristretti........7 maggioranza e 3 minoranza.....(oggi 9 maggioranza e 4 minoranza).....se due passano con la minoranza si ha blocco istituzionale...........
Top
maulder
5961





MessaggioInviato: Lun 31 Gen 2011 - 12:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

a proposito di blocco istituzionale......
anche nel mio paese (sotto i 3000 abitanti) sembrerebbe che "grazie" alla nuova normativa i consiglieri eletti sarebbero 9 + sindaco e quindi in consiglio 6+sindaco (maggioranza) e 3 (minoranza).
Nel caso che 2 consiglieri uscissero dalla maggioranza si verificherebbe 5 contro 5, e allora che si fa ????
Per favore chiaritemi questo dubbio, è quasi ora di preparare le liste dei candidati...... quanti saranno 9 o 10?
grazie mille
Top
cassax
5836





MessaggioInviato: Lun 31 Gen 2011 - 12:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

preparare liste affidabili .........perchè con 5 contro 5 non si approva nulla e si va prima o dopo (precisamente in caso di mancata approvazione del bilancio di previsione )allo scioglimento del consiglio
Top
mick2
5258





MessaggioInviato: Mar 01 Feb 2011 - 7:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Secondo me Giancarlo ha ragione; lo ringrazione perchè mi aiuta a correggermi (non avevo tenuto conto dell'arrotondamento per eccesso anche per il numero degli assessori). Quindi, il quadro dovrebbe essere questo:
consiglieri 48 + sindaco = 49 nei comuni con popolazione superiore ad un milione di abitanti (assessori 13);
consiglieri 40 + sindaco = 41 nei comuni con popolazione superiore a 500.000 abitanti (assessori 11);
consiglieri 36 + sindaco = 37 nei comuni con popolazione superiore a 250.000 abitanti (assessori 10);
consiglieri 32 + sindaco = 33 nei comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti o che, pur avendo popolazione inferiore, siano capoluoghi di provincia (assessori 9);
consiglieri 24 + sindaco = 25 nei comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti (assessori 7);
consiglieir 16 + sindaco = 17 membri nei comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti (assessori 5);
consiglieri 12 + sindaco = 13 nei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti (assessori 4);
consiglieri 9 + sindaco = 10 negli altri comuni (assessori 3).

Per quanto riguarda il rapporto maggioranza/minoranza, come diceva Cisco, è immutato: 1/3 minoranza 2/3maggioranza; riducendosi il numero dei consiglieri eletti, vero, come paventa Cassax che l'effetto di una dissociazione di 2 componenti è più grave ora che quando i consigleiri erano di più, altrettanto vero che, riducendosi il numero, la dissociazione di due componenti dovrebbe essere più rara e sintomo di una crisi più profonda (nel caso riguardando un terzo dei consiglieri eletti, mentre con la precedente composizione due consiglieir erano un quarto degli eletti).
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare gli argomenti.   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> I Consiglieri Comunali si incontrano Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi