Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Autentica di firma art. 13, R.D.28-3-1929, n. 499

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
frasvi



Registrato: 07/04/09 10:40
Messaggi: 41
Residenza: Treviso

MessaggioInviato: Lun 06 Dic 2010 - 12:38 pm    Oggetto: Autentica di firma art. 13, R.D.28-3-1929, n. 499 Rispondi citando

Gentile dott. Scolaro,
l'art. 13, comma 1, R.D. 28-3-1929, n. 499, dispone che "Chiunque vanti diritti ereditari può, mediante ricorso con sottoscrizione autenticata, chiedere al tribunale in composizione monocratica del luogo in cui si è aperta la successione un certificato dal quale risultino la sua qualità di erede e la quota ereditaria, ovvero i beni che la compongono, in caso di assegnazione concreta fatta dal testatore".
Domanda n. 1): l'ufficiale d'anagrafe può autenticare la sottoscrizione di chi presenta il predetto ricorso al Tribunale?;
Domanda n. 2): l'ufficiale d'anagrafe può autenticare la sottoscrizione di chi sempre al predetto Tribunale chiede la revoca di un certificato di eredità precedentemente rilasciato in quanto errato?;
Domanda n. 3): più in generale, l'ufficiale d'anagrafe può autenticare ricorsi (o istanze comunque denominate) rivolte ad organi giurisdizionali quando la legge non specifica qual è il pubblico ufficiale competente per l'autentica della sottoscrizione del ricorrente/istante?
Oltre ad un Suo parere, Le chiedo cortesemente di indicarmi eventuali norme o circolari che possano dirimere la questione.
Grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49910

MessaggioInviato: Lun 06 Dic 2010 - 12:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Che c'entra l'U.d.A. ? Forse, si fa riferimento alla figura di cui all'art. 21, 2 dPR 445/2000, funzione che - talora - puo' anche essere assolta dalla stessa persona, fisica.

Nel sistema tavolare, queste attivita' attengono a rapporti di ordine privato, e non si e' in presenza di un procedimento amministrativo, ma di un procedimento giurisdizionale /tanto che vi e' preposto un giudice). Quindi, l'autenticazione non puo' che essere che regolata dalle norme del diritto privato, cioe' del CC, e, in buona sostanza, di competenza - esclusiva - del notaio.
Le istanze rivolte al giudice (o, al tribunale) non sono istanze dirette ad organi della P.A. Infatti, l'attivita' giurisdizionale attiene al potere giudiziario, separato e distinto (per il momento ...) dal potere esecutivo, che opera per il tramite di P.A.
Il dPR 445/2000 non trova applicazione nei procedimenti giurisdizionali, se non quando vi sia espressamente richiamato (il solo esempio che mi viene e' quello dell'art. 78 dPR 30/5/2002, n. 115).
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
cyber
5831





MessaggioInviato: Mar 15 Mar 2011 - 10:38 am    Oggetto: subentro attività di editore Rispondi citando

Mi è stato richiesto di autenticare una comunicazione diretta al tribunale fatta dal cedente e dal subentrante nell'attività di editore di una rivista; Ai tribunali nello svolgimento delle funzioni giurisdizionali non si applicano le norme sulla autocertificazione. Mi chiedo è un'attività giurisdizionale? Perchè a me sembra si tratti di attività amministrativa pura e semplice. Tra l'altro si tratta di una comunicazione, non di un'istanza ne di una dichiarazione anche se potrebbe essere trasformata cambiando i termini. Forse però non conosco bene la distinzione delle loro attività. Tra l'altro in Tribunale si sono rifiutati di fare l'autentica e questo mi sembra assurdo anche se trattasi attività giurisdizionale, in quanto per esperienza personale mi è capitato che un funzionario di cancelleria mi autenticasse la firma su un atto di volontaria giurisdizione. Chi sa qualcosa di più mi faccia sapere, grazie
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 49910

MessaggioInviato: Mar 15 Mar 2011 - 2:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Pur nella tendenza a sottrarre (anche giustamente, sotto alcuni profili) agli organi dell'ordinamento giudiziario funzioni amministrative, quelle della L. 8/2/1948, n. 47 (c.d. Legge sulla stampa) rimangono in capo a tali organi che, nella specie, non costituiscono fuinzioni giurisdziionali, bensì propriamente amministrative. Conseguentemente, trova applicazione il dPR 28/12/2000, n. 445. E, in tale contesto, l'art. 21, 2 di questo considera una pluralita' di figure legittimate all'autenticazione .....
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali Tutti i fusi orari sono GMT
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi