Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Annotazione cambio cognome madre su atto nascita
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
marzia - luisella
5012





MessaggioInviato: Ven 20 Nov 2009 - 12:16 pm    Oggetto: Annotazione cambio cognome madre su atto nascita Rispondi citando

Da un comune limitrofo e' arrivata la richiesta di annotazione del cambio di cognome della madre da effettuare sull'atto di nascita di una bimba.
ORA la madre ed il padre sono cittadini Rumeni hanno avuto questa bambina prima del matrimonio quindi nell'atto di nascita le generalita' della madre sono state indicate con il cognome da nubile.
Successivamente i genitori vanno in ROMANIA, si sposano e la Sig.ra accquisisce il cognome del marito. Torna in Italia con documenti Rumeni riportanti il nuovo cognome. Il comune presso il quale ora la famiglia e' residente ci chiede di effettuare l'annotazione di modifica del cognome della madre sull'atto di nascita della figlia. (TUTTI RUMENI)
Questa annotazione SA DA FARE o NON SA DA FARE????????????????
Io ho dei grossi dubbi.
Top
Ospite
54df





MessaggioInviato: Ven 20 Nov 2009 - 5:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

A mio parere sì, ma il mio parere conta poco giacché negli Uffici Demografici faccio il volontario di Servizio Civile, non l'impiegato Laughing

Adesso ti spiego il perché: nell'atto che avete nel Comune è comunque riportato il cognome da nubile, ed in ogni caso in atti vecchi (parlo di anni '30) in possesso del Comune dove presto servizio ho visto diverse di queste annotazioni, anche quando entrambi i genitori avessero dichiarato il proprio bambino, quindi è per questo che dico sì.

Aspetti ovviamente opinione di esperto nel settore per avere conferma o meno.

dj GCE
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 50114

MessaggioInviato: Sab 21 Nov 2009 - 9:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Al momento dell'evento che ha portato alla formazione dell'atto di nascita, la madre aveva altro cognome (vi e' un "prima" ed un "dopo"), per cui l'atto di nascita non e' modificabile (ne' per correzione, ne' per rettifica, ne' per annotazione), rappresentando la situazione qual'era in quel momento.
Ovviamente, i comportamenti nella prassi sono anche differenti, dato che non mancano pulsioni ad essere assoluti o simili.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
d98d





MessaggioInviato: Ven 15 Gen 2010 - 12:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scusi Dr. Scolaro, ma nel caso in cui una madre, ai sensi dell'art. 36 del DPR 396/2000, cambia il proprio nome, si effettua l'annotazione sull'atto di nascita dei figli, anche se alla formazione degli stessi la madre aveva un altro nome e gli atti rappresentano la situazione qual era in quel momento.
Altrimenti un domani come si può dimostrare/certificare che il bambino sia effettivamente il figlio, anche se la madre porta un cognome diverso da quello indicato nell'atto?
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 50114

MessaggioInviato: Ven 15 Gen 2010 - 3:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'art. 36 RSC non considera, proprio, un cambiamento, ma considera una fattispecie decisamente piu' pregnante: l'esatta indicazione !
Non e' la stessa cosa.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
4f08





MessaggioInviato: Dom 17 Gen 2010 - 11:17 am    Oggetto: Rispondi citando

Comunque, deve esserci un collegamento tra la signora Y e la madre del bambino che risulti nell'atto di nascita con il cognome X?
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 50114

MessaggioInviato: Dom 17 Gen 2010 - 4:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non puo' dirsi "comunque". Dipende dalla situazione specifica.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
d98d





MessaggioInviato: Lun 18 Gen 2010 - 8:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Allora il mio caso è questo: cittadina polacca iscritta con il cognome X, ma già all'epoca dell'iscrizione era coniugata e doveva avere il cognome del marito polacco Y.
Ora presenta estratto per riassunto dell'atto di matrimonio tradotto e autenticato dall'ambasciata della Polonia in Roma in cui è riportato questo:
IV Cognome portato dopo il matrimonio:
1. Uomo: Y
2. Donna: Y
3. Figli: Y
Innanzi tutto basta un estratto tradotto? Poi, visto che i figli sono nati in un altro Comune italiano, devo inviare comunicazioni e/o annotazioni?
Grazie
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 50114

MessaggioInviato: Lun 18 Gen 2010 - 8:50 am    Oggetto: Rispondi citando

Con questi titoli la persona può presentare ricorso al tribunale (art. 95, 1 RSC) per ottenere l'emanazione di un decreto di rettificazione dell'atto di nascita del figlio.
_________________
Sereno SCOLARO


L'ultima modifica di Sereno.SCOLARO il Lun 18 Gen 2010 - 9:55 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ospite
d98d





MessaggioInviato: Lun 18 Gen 2010 - 9:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Ok, invece per quanto riguarda l'aggiornamento in anagrafe mi basta l'estratto di matrimonio tradotto, con quelle indicazioni?
Grazie dr. Scolaro
Top
Sereno.SCOLARO



Registrato: 27/09/02 08:22
Messaggi: 50114

MessaggioInviato: Lun 18 Gen 2010 - 9:55 am    Oggetto: Rispondi citando

Si.
_________________
Sereno SCOLARO
Top
Profilo Invia messaggio privato
Melania



Registrato: 30/09/02 07:34
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Ven 24 Apr 2015 - 6:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

In caso di decreto che autorizza una donna al cambio del cognome, bisogna eseguire qualche annotazione sull'atto di nascita del figlio di costei?
Preciso che il bambino porta il cognome paterno in quanto riconosciuto simultaneamente da entrambi i genitori.
Leggendo l'art. 94 DPR 396/2000 mi sembrerebbe di capire che il cambio del cognome di un soggetto andrebbe annotato solo sull'atto di nascita di coloro che ne hanno derivato il cognome. Dello stesso tenore è l'art. 49 lettera p)
In effetti al momento della nascita del figlio la persona aveva un certo cognome ed il cambio è intervenuto successivamente....

Tuttavia la normativa mi sembra incoerente perchè se la madre cambia il cognome (ininfluente ai fini del cognome del figlio) non dovrei annotare il cambio di cognome della madre: esso continuerebbe ad essere figlio di Rossi Maria (cognome pre-cambio).
Mentre se il padre cambiasse cognome (ma dall'articolo sembrerebbe anche solo il nome, inunfluente ai fini dell'attribuzione del cognome) dovrei annotare non solo il cambio del figlio, ma anche il cambio del padre e quindi il figlio risulterebbe con paternità Pinco Pallo (nome post cambio)
Nel caso di cambio di cognome di entrambi i genitori (che è quello che nella fattispecie concreta mi è capitato) dovrei certificare i dati di paternità e maternità del bambino con paternità come da post rettifica e maternità come da pre-rettifica?? Possibile??
Top
Profilo Invia messaggio privato
michelangelocuccu



Registrato: 03/03/03 14:25
Messaggi: 1174

MessaggioInviato: Ven 24 Apr 2015 - 10:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Melania ha scritto:

Tuttavia la normativa mi sembra incoerente perchè se la madre cambia il cognome (ininfluente ai fini del cognome del figlio) non dovrei annotare il cambio di cognome della madre: esso continuerebbe ad essere figlio di Rossi Maria (cognome pre-cambio).
Mentre se il padre cambiasse cognome...... con paternità come da post rettifica e maternità come da pre-rettifica?? Possibile??

non so da dove tu abbia assunto questa convinzione (sbagliata).
Comunque: D.M. Interno 5.4.2002 FORM. 160 Annotazione di cambiamento o di modifica di cognome o di nome, o di entrambi, relativi al padre o alla madre (art. 49, primo comma, lett. p) del D.P.R. 3 novembre 2000, n. 396).
... (nome e cognome), padre (o: madre) di..., ha assunto il nuovo
cognome (e/o: nome):... come da annotazione apposta all'atto di
nascita n... parte... serie... anno... del Comune di...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Melania



Registrato: 30/09/02 07:34
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Sab 25 Apr 2015 - 2:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma allora come la mettiamo con l'articolo 94 DPR 396/2000
I decreti che autorizzano il cambiamento o la modificazione del nome o del cognome devono essere annotati, su richiesta degli interessati, nell'atto di nascita del richiedente, nell'atto di matrimonio del medesimo e negli atti di nascita di coloro che ne hanno derivato il cognome

E anche l'art. 49 lettera p)
Negli atti di nascita si annotano:
p) i provvedimenti che determinano il cambiamento o la modifica del nome cognome relativi alla persona cui l'atto si riferisce; quelli che determinano il cambiamento o la modifica del cognome relativi
alla persona da cui l'intestatario dell'atto ha derivato il cognome, salvi i casi in cui il predetto intestatario, se maggiorenne, si sia avvalso della facoltà di poter mantenere il cognome precedentemente posseduto;

(Anzi qui sembrerebbe proprio che se il figlio maggiorenne di avvale della facoltà di mantenere il cognome, non debba effettuarsi l'annotazione di cambio di cognome nemmeno del genitore da cui egli deriva il cognome)

Il testo dell'annotazione 160 riporta sia padre che madre perchè il figlio potrebbe aver derivato il cognome tanto dalla madre quanto dal padre... a seconda di chi l'ha riconosciuto... però questi riferimento al NOME.... boh... appunto secondo me il formulario e la norma non sono bene coordinati, ma chi vince tra i due??
Top
Profilo Invia messaggio privato
michelangelocuccu



Registrato: 03/03/03 14:25
Messaggi: 1174

MessaggioInviato: Sab 25 Apr 2015 - 5:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

In effetti devo scusarmi perchè non è inverosimile mettersi questi dubbi.
l'art. 49 non prevede anche l'annontazione delle sentenze che riconoscono la filiazione al di fuori dal matrimonio e l'annotazione della scelta del nome ex art. 36. Piccole dimenticanze. Ma il D.M. 5.4.2002 invece prevede le formule per questi casi e mi pare non sorgano dubbi sul fatto che si debba procedere all'annotazione nonostante il regolamento.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Certificati e Servizi Comunali Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi