Comuni d'Italia
Spazio aperto di discussione
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Legge 104 e invalidità
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Pubblico impiego
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
SOSSIO






MessaggioInviato: Lun 21 Apr 2008 - 1:59 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Buon giorno, sono invalido al 67% e riconosciuto ai sensi della legge 104/92 art.3 comma 1.

Posso chiedere il trasferimento ai sensi dell'art. 21 legge 104????????

grazie
Top
SOSSIO






MessaggioInviato: Lun 21 Apr 2008 - 2:01 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Buon giorno, sono invalido al 67% e riconosciuto ai sensi della legge 104/92 art.3 comma 1.

Posso chiedere il trasferimento ai sensi dell'art. 21 legge 104????????

grazie
Top
maurizio






MessaggioInviato: Lun 21 Apr 2008 - 3:13 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Montanaro Carmela
Via G. Rossini,43
80128 Napoli
Tel. e fax 081 5784078
Cell. 338 4247042
e-mail: vincenzo-gargiulo@fastwebnet.it

Caro Maurizio

Napoli 19/04/2008

Sono affetta da:
1) Spondiloartite indifferenziata con fibromialgia reumatica, in trattamento presso l’Azienda Universitaria 2° Policlinico di Napoli, con deficit della stazione eretta, e con deambulazione difficoltosa per lunghi tratti.
2) Cervicobrachialgia bilaterale con episodi di riacutizzazione e periodi di inabilità lavorativa, lombosciatalgia cronica e persistente da discopatia.
3) Lieve ischemia cardiaca con frequenti precordialgie.
4) Vaginite e incontinenza con urgenza minzonale per retroversione dell’utero.
5) Sindrome ansiosa depressiva con idee fobiche e disturbi del sonno.
In seguito a queste patologie ho perso anche il lavoro (con contratto CO.CO.PRO.).
Per tutto quanto diagnosticato Le chiedo se posso fare domanda all’ASL della mia città per ottenere l’invalidità civile. E con quale percentuale.
Infiniti ringraziamenti


--------------------------------------------------------------------------------


Sono patologie per la maggior parte non presenti in tabella D.M. 1992 e pertanto occorre una valutazione oggettiva e personale.

Per questo motivo non è possibile fornire una risposta via forum in mancanza di una visita medica che valuti l'entità, le limitazioni funzionali, la persistenza, la permanenza, ecc. delle patologie elencate.

Salve.

Maurizio.
Top
ling






MessaggioInviato: Mer 23 Apr 2008 - 3:18 am    Oggetto: Find your perfect handbags/purses on ehbbag.com Rispondi citando

www.ehbag.com , professional 7 star quality replica handbag seller.

Reasons for choosing my fashion store:
( www.ehbag.com )
1. Unbeatable price with highest grade quality(quality guaranteed the best!)
2. Safe transportation world-wide
3. Fast delivery
4. Low shipping freight
5. Perfect customer services
6. Paypal accepted

welcome to visit our website: www.ehbag.com
Top
alfio






MessaggioInviato: Mer 14 Mag 2008 - 4:27 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

ciao volevo sapere cosa posso otenere con asma brochiale cronico e soforente di alergia.lavoro in un azienda molto inquinata e cado spesso malato.
Top
maurizio






MessaggioInviato: Mer 14 Mag 2008 - 6:50 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Autore: alfio
Data: 14-05-08 18:27

ciao volevo sapere cosa posso otenere con asma brochiale cronico e soforente di alergia.lavoro in un azienda molto inquinata e cado spesso malato.

--------------------------

E' possibile richiedere l'accertamento dell'idoneità lavorativa al fine di ottenere delle limitazioni alla mansione, ma è un iter abbastanza rischioso perchè si rischia in casi estremi anche il licenziamento per incollocabilità o inabilità totale.

Per quanto riguarda l'invalidità è possibile richiedere l'accertamento, ma otterrebbe circa il 46% che per i lavoratori è una percentuale che non offre agevolazioni (e' utile a chi è disoccupato in cerca di occupazione L.68/99).

Salve.

Maurizio.
Top
alfio






MessaggioInviato: Gio 15 Mag 2008 - 8:54 am    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Ciao Maurizio. Praticamente mi dovrei licenziare.MI poi dire dove mi devo rivolgere per l'invalidita.Ma il 46% e una pensione.Scussa ma sn un po mal informato visto ke ho visuto 20 anni in america.
Top
Antonio






MessaggioInviato: Gio 15 Mag 2008 - 3:24 pm    Oggetto: Re: permessi Legge 10/92 Rispondi citando

Autore: antonio
Data: 15-05-09 15:35
Salve sono Antonio, impiegato comunale, che in seguito ad un incidente, sono stato riconosciuto "portatore di handicap grave" dall'Azienda U.S.L., ai sensi dell'art. 33 comma 3 della legge 104/92. Per ottenere i benefici dei permessi, così come previsto dalla legge 104, ho presentato istanza all'amministrazione in cui presto servizio e con apposita determinazione dirigenziale, la stessa amministrazione mi ha concesso, ore 2 (due) di permesso giornaliero, o in alternativa 3 (tre) giornate di permesso mensili, ai sensi dell'art. 33, comma 6, della legge 104/92 e art. 19, lettera c legge 53/2000 e successive modifiche ed integrazioni. Mensilmente, concordo in base alle mie esigenze e compatibilmente con quelle dell'ufficio in cui presto servizio, l'utilizzo dei permessi, (le due ore giornaliere, o in alternativa tre giornate di permesso mensile), e di conseguenza ne do comunicazione preventiva all'ufficio del personale. Preciso che sovente, anzichè utilizzare per intero le due ore giornaliere, ho utilizzate frazione di esse. Alcuni giorni fa, sono stato contattato, telefonicamente da un funzionario dell'ufficio personale, che mi riferiva, che non era possibile che io utilizzasi parte delle due di permesso giornaliero, sostenendo che i permessi giornalieri, debbono essere utilizzati per intero e non parzialmente, e se utilizzati parzialmente debbono intendersi come ritardi e pertanto da recuperare. Esempio: se anzichè utilizzare le due ore giornaliere così come previsto, ne utilizzo soltanto un'ora, a parere del funzionario, deve essere considerato ritardo, (e quindi da recuperare) e non più permesso retribuito come previsto dalla legge 104.
Il problema non si pone quando beneficio delle tre gionate di permesso mensili. Tutto ciò mi stranizza e sinceramente non mi convince, perchè non sto beneficiando, più di quanto mi è stato concesso dalla legge 104, anzi al contrario sto utilizzando meno delle due ore che mi sono state concesse, e certamente da ciò, non traggo nessun tipo di vantaggio (utilizzo solo quello che mi occorre, in base a quelle che sono le mie esigenze senza per'altro chiedere nulla in cambio). Essere penalizzato, per questo, mi sembra un pò eccessivo, anzi mi sembra una grossa corbelleria, ed è per questo, che chiedo un vostro parere, in modo da chiarire la mia posizione, e di rispondere al funzionario così "zelante" che sta già predisponendo gli atti per il recupero delle somme da trattenere in busta paga per ciò che egli intende come ritardi.
Infiniti ringraziamenti.
Top
Antonio78






MessaggioInviato: Gio 15 Mag 2008 - 8:45 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Buongiorno, lavoro in polizia, ho la 104 comma 1 e 3 100% per mia nonna, volevo sapere come mai nonostante questa legge concede o meglio favorisce il trasferimento, il nostro ministero da qualche anno non riconosce piu' legge come dovrebbe. Cioè non trasferisce con questi requisiti.
Top
Vera






MessaggioInviato: Ven 16 Mag 2008 - 9:17 am    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Salve, sono una dipendente statale "dall'altro lato della barricata", nel senso che spetta a me verificare le richieste di L.104/92 e riferire al mio Dirigente.
Sono alle prime armi, ed ho le idee un pò confuse.
Posso sapere quali sono i riferimenti normativi più recenti ai quali debbo attenermi (incluse eventuali sentenze della giurisprudenza?)
Grazie
Top
Maria






MessaggioInviato: Lun 19 Mag 2008 - 2:52 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Sono affetta da:
1) da fibromialgia reumatica, in trattamento presso l’Ospedale Luigi Sacco di Milano.
2) Lomboartrosi con scoliosi, discopatia severa in L5 con formazione di ernia discale compressiva sulla radice S1 del nervo sciatico dx.
3) Ipostenia secondaria dell'arto a marcata incidenza funzionale sulla deambulazione.
4) Cervicoartrosi con sindrome vertiginosa recidivante
5) Esiti di intervento alla tiroide per ipertiroidismo con magrezza secondaria
6) Ptosi renale.Gastroduodenite
5) Sindrome ansiosa depressiva con idee fobiche e disturbi del sonno.
In seguito a queste patologie ho nel lavoro, anche per una grave stanchezza cronica.
Per tutto quanto diagnosticato Le chiedo se posso fare domanda all’ASL della mia città per ottenere l’invalidità civile. E con quale percentuale?
Infiniti ringraziamenti
Top
laura






MessaggioInviato: Dom 25 Mag 2008 - 4:52 pm    Oggetto: sintomi neurologici e lavoro Rispondi citando

Mi è stato fartto un certificato con la seguente dicitura: Sindrome ansioso-depressiva reattiva con prostrazione, e consigliati 20 gg di riposo. Ho paura che possa causare problemi sul lavoro (insegno). I miei dubbi sono fondati?
Top
Andrea






MessaggioInviato: Dom 25 Mag 2008 - 5:01 pm    Oggetto: Re: sintomi neurologici e lavoro Rispondi citando

Si sono fondati, basta guardare la cagata di risposta che hai dato dall'altra parte.
Top
laura






MessaggioInviato: Dom 25 Mag 2008 - 7:17 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Senti, aria! cafone
Top
gianni






MessaggioInviato: Gio 29 Mag 2008 - 6:41 pm    Oggetto: Re: Legge 104 e invalidità Rispondi citando

Quale percentuale per legge n. 104?
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Pubblico impiego Tutti i fusi orari sono GMT
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 4 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2014 phpBB Group
phpbb.it